Ha rilasciato un'intervista alla Gazzetta dello Sport l'amministratore delegato dell'Atalanta Luca Percassi: "Una grande emozione essere fra le 32 squadre più forti d'Europa, è una grande emozione, fa venire i brividi solo a dirlo. Traguardo prestigioso, ma non dimentichiamoci da dove arriviamo, siamo una società stimata ma non abbiamo il fatturato delle big. La nostra squadra ha sicuramente avuto una crescita esponenziale, merito del connubio fra club, città e tifosi".

Queste le parole sulla cavalcata dell'anno scorso: "Da febbraio non abbiamo più perso, decisivo è stato il successo contro il Napoli con salvataggio clamoroso di Masiello. Il primo obiettivo per noi resta il campionato, dobbiamo fare bene e puntare alla salvezza, poi se arriva qualcosa in più ben venga". Sulla rosa: "Credo sia competitiva e che possa far bene su ogni fronte: Muriel-Malinovskyi giocatori di spessore internazionale, alla pari di Arana e Kjaer. Se durante la sosta ci sono così pochi giocatori a Zingonia un motivo ci sarà...".

Sezione: Altre news / Data: Sab 7 Settembre 2019 alle 11:15
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print