Atalanta e Bergamo nel cuore per Andrea Masiello, che è così intervenuto ai microfoni di Radio Number One per l’iniziativa #SosteniAMOBergamo. "Per me Bergamo significa tantissimo, ho trascorso lì 9 anni e sono molto affezionato alla città e alla sua gente, perchè gran parte della mia carriera l'ho trascorsa con la maglia dell'Atalanta. E' terminato solamente un rapporto lavorativo, son felice dell'apporto che ho dato ai tifosi, son orgoglioso di quello che ho fatto e ottenuto. 

IL CORONAVIRUS - "E' un periodo molto amaro per tutti, difficile - riporta TuttoAtalanta.com -, dobbiamo affrontarlo come stanno facendo tutti i bergamaschi con grande cuore e grande orgoglio. Sono molto vicino alla Città e soffro con loro, fino a poco tempo fa ero lì. Conoscendo il bergamasco, che è lavoratore, conoscendo la città sono sicuro che prima o poi ci rialzeremo tutti quanti". 

CHALLENGE BENEFICA - "Ho scelto l'hashtag 'mòlamia' nei post. E' una parola che è sempre stata nelle corde delle frasi più sentite e comune che amici e tifosi mi dicevano spesso nei momenti più difficili e affrontati talvolta appuntol'Atalanta".

UN PENSIERO A BERGAMO - "Dico a tutte le persone che stanno soffrendo in silenzio, sono molto vicino ed io e la mia famiglia siamo molto addolorati. Abbraccerei ciascuno, da parte mia c'è la massima vicinanza e affetto.

RISPOSTE A QUESTA TRAGEDIA - "E' una tragedia che va preso di petto, non bisogna nascondersi e girarci attorno e mi auguro che un giorno ci siano delle risposte, perchè spero che qualcuno ci metta la faccia e abbia il coraggio di mettersi in prima fila e dare spiegare la motivazione per cui non sono state prese precauzioni. Mi sento poco tutelato, in parte tra virgolette tradito, da quello che è successo. Poi non sono io a decidere, ognuno ha il suo pensiero - ripete Masiello - poteva essere meno dolorosa, dal mio punto di vista" 

Sezione: Altre news / Data: Gio 02 aprile 2020 alle 09:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print