Intervista esclusiva a La Gazzetta dello Sport per Tommaso Augello, che ha avuto modo di ripercorrere il percorso che l'ha condotto a giocare in Serie A: "Ho fatto le mie tappe, senza rimpianti - ha detto -. Penso, però, che in Italia si guardi poco a quello che abbiamo in casa, anche in categorie inferiori alla B e alla C, dove ci sono giocatori che potrebbero salire in campionati più importanti. Ho avuto la fortuna di essere stato notato, ma sono contento di quello che ho fatto".

L'esterno della Samp ha dovuto affrontare la gavetta, quella vera, prima di arrivare in alto: "Reputo la Serie D più formativa della Primavera di un grande club. Per me fu come approdare in Champions League".

Un commento, infine, alle parole di Ranieri, che ha fissato come obiettivo il raggiungimento dei quaranta punti il prima possibile: "Assolutamente sì. Fino a due settimane fa eravamo ancora a zero e sembravamo scarsi... Conta solo non ripetere la stagione passata".

Sezione: Altre news / Data: Sab 24 ottobre 2020 alle 10:29
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print