Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, al termine di Atalanta-Sampdoria, il tecnico doriano Claudio Ranieri ha così commentato la vittoria di Bergamo.

Sui precedenti con l'Atalanta e sulla gara di oggi:
"L'anno scorso eravamo in piena lotta retrocessione, fare punti qui era importantissimo. C'era stata l'espulsione perché avevo parlato troppo l'anno scorso e gli arbitri ci tengono. Abbiamo fatto una buona gara, soffrendo molto nei primi minuti. Poi, piano piano, abbiamo preso fiducia e consapevolezza. L'Atalanta ha 22 leoni, e se non stai attento ti asfalta".

Sulla stabilità societaria:
"Serenità e stabilità sono fondamentali, quando si parla tanto non sei molto concentrato. Io non ho mai sentito il mio presidente parlare di vendere. Abbiamo preso giocatori che ci servivano, per cui sono contento".

Sulla prestazione:
"I ragazzi hanno lavorato benissimo, l'Atalanta era una grande squadra ma volevo coraggio nonostante ci fosse da soffrire".

Sulla gara col Benevento come possibile svolta:
"Io dico che ci vogliono ancora 31 punti alla salvezza. Quest'annno cerchiamo di far le cose bene dall'inizio e di non impelagarci in zone pericolose".

Sul derby:
"Il derby è il derby, sappiamo quanto ci tiene la gente. L'anno scorso abbiamo perso, vogliamo rifarci da quella sconfitta cercando di essere concentrati come non mai".

Sezione: Altre news / Data: Sab 24 ottobre 2020 alle 17:35
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print