Diritti tv, ma non solo. La prossima assemblea di Serie A valuterà sia la questione tv che la nuova governance. Dal Pino - sottolinea il Corriere della Sera - vuole uscire dall’impasse e forte del consenso di ben 13 club favorevoli a un cambio radicale di strategie porrà all’ordine del giorno anche la firma sul contratto preliminare con il consorzio Cvc-Advent-Fsi.

Mancherebbe solo un voto per raggiungere il quorum e abbracciare la svolta. Dietro la ritrosia dei contrari si nascondono diverse motivazioni: Juve per sentirsi libera di abbracciare il progetto della Superlega (da aggiungere le incertezze societarie dell’Inter), Napoli e Lazio per non perdere potere, Verona e Atalanta fedeli a Lotito, la Fiorentina in polemica per la questione stadio.

Sezione: Altre news / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 12:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print