Dopo le vittorie con Frosinone, Sassuolo e Reggiana, la SPAL e aver passato il turno in Coppa Italia, va a caccia dei tre punti contro la Cremonese. Nella consueta conferenza stampa pre partita, il tecnico dei biancazzurri Pasquale Marino, ha parlato anche di alcuni giocatori che hanno nel loro perchè anche l'Atalanta. 

Su Marco Tumminello cosa ci dice?
“Il ragazzo deve fare un percorso di reintegro in gruppo. Al momento non è tra i convocati perché deve lavorare e recuperare la condizione fisica. Sta bene però l’inserimento in gruppo va graduato e deve riprendere confidenza con il campo, dopo l’infortunio: è da tanto che non gioca. Dovrà fare un percorso che sapevamo già, non siamo stati colti di sorpresa. Abbiamo parlato con l’Atalanta e sappiamo che ha bisogno del suo tempo. Gli serviranno 10-15 giorni al massimo, non due mesi. Non ha problemi fisici ma deve ritrovare l’intensità della gara”.

D’Alessandro è vicino alla cessione. Sarà convocato?
“No, non l’ho convocato. Ha una trattativa in corso e preferisco lasciarlo tranquillo. Per lui, così come per Castro, c’è qualche opportunità di concludere qualcosa e allora penso sia meglio aspettare prima di reintegrarlo qualora non si muovesse nulla. Ma non ci fasciamo la testa prima di romperla”.

Pensa che la SPAL uscirà rafforzata da questo mercato?
“Questo lo dirà il campo. Noi abbiamo fatte delle scelte, qualcuno ha chiesto di essere ceduto, e noi non vogliamo gente scontenta, altri hanno avuto l’opportunità di andare a giocare in altri posti. Non abbiamo la bacchetta magica per sapere se quello fatto fino ad oggi sia giusto. Dobbiamo guardare sia la parte tecnica, ma anche quella economica. Al momento io sono contento dei ragazzi che alleno, che stanno dimostrando di dare il massimo in ogni partita”.

Sezione: Altre news / Data: Sab 23 gennaio 2021 alle 15:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print