Mancano circa venti giorni all’inizio del campionato, ma l’infortunio al menisco di Timothy Castagne può complicare i piani di mercato dell’Atalanta. L’esterno belga classe 1995 ha subito una lesione al menisco mediale del ginocchio sinistro: l'operazione verrà effettuata nelle prossime ore e i tempi di recupero si aggirano intorno ai 30 giorni. Non è soltanto questione di recupero fisico dall’infortunio, ma anche il modo in cui il calciatore riuscirà ad assorbire l'intervento saltando una parte fondamentale della stagione, ovvero la preparazione atletica.

Il problema delle tre competizioni - Al momento l’ostacolo maggiore rimane la presenza dell’Atalanta nelle tre competizioni. I ritmi nella prima parte di stagione saranno infernali, Gasperini avrà bisogno di gente pronta con i 90’ nelle gambe. Inoltre il calcio che vuole il tecnico di Grugliasco è dispendioso e arrivare ad utilizzare un esterno dopo un mese di inattività per via di un problema al menisco può portare diversi grattacapi ai nerazzurri.

Come cambia il mercato - Non sarà affatto semplice capire come operare sul mercato. Il primo motivo riguarda il ruolo, trovare un sostituto con le stesse caratteristiche del belga in questo momento non sarà semplice: il belga è un giocatore che occupa interamente la corsia di competenza, non manca nemmeno la qualità. Il sostituto naturale c’è, ma diventa problematico anche sovraccaricare Hateboer. L’Atalanta arriva da una stagione dispendiosa e dovrà affrontarne un’altra, il rischio del crollo fisico è dietro l’angolo.

I tempi di recupero di Castagne non saranno lunghissimi, ma l’infortunio di un elemento chiave deve essere preso in considerazione anche in chiave mercato. Al momento i nerazzurri attendono, ma non è escluso un colpo sulle corsie esterne, già in previsione: Reca non è pronto per il grande salto europeo e al momento i titolari effettivi sulle corsie esterne sono soltanto due. Serve valutare il tutto, con un infortunio simile le strategie nerazzurre sul mercato devono subire inevitabilmente delle modifiche.

Idea Fares - Nel frattempo i nerazzurri si stanno muovendo per un esterno sinistro. Ci sono contatti per Fares della SPAL, anche se la società di Ferrara non è intenzionata a cedere il calciatore algerino. Le parti torneranno ad aggiornarsi nelle prossime ore, ma questa soluzione potrebbe risolvere parzialmente il problema Castagne. Bisognerà valutare attentamente qualsiasi situazione, anche perché il rischio di avere troppi giocatori in rosa è elevato: Gasperini ha chiesto 16-17 titolari, come già detto più volte la Champions League non deve essere sottovalutata, indipendentemente dagli obiettivi della società orobica.

Sezione: Calciomercato / Data: Gio 8 Agosto 2019 alle 19:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print