Si è chiusa ieri sera a tarda ora una delle tante telenovela del mercato: Emre Can va al Borussia Dortmund. L’operazione porta una trentina di milioni nella casse dei bianconeri, ma apre anche degli interrogativi. Come mai tutti comprano e si rafforzano e la Juve no? E’ vero che Emre Can era ai margini, pochissimo utilizzato da Sarri, ma visto il rendimento ancora non ottimale di Rabiot e Ramsey e la convalescenza di Khedira, forse a centrocampo sarebbe servito qualcosa. Sorprende come la Juve non abbia avuto la forza contrattuale di fare Kulusewski già a gennaio, ma soprattutto come non si sia guardata attorno per dare a Sarri un elemento in più nel settore del campo più delicato.

L’Inter di sicuro è ora più vicina ai bianconeri. Eriksen è un grande colpo, Moses e Young portano esperienza internazionale e qualità sugli esterni. Ma non basta. Marotta dopo aver trattato Llorente e raggiunto un accordo con Giroud, s’è dovuto fermare per la richiesta troppo elevata del Chelsea (otto milioni), ma cerca ancora un attaccante. Ieri l’idea Pandev è durata lo spazio di un pomeriggio: per il Genoa è incedibile. Si lavora allora sull’algerino Islam Slimani del Leicester in prestito al Monaco. Il sondaggio è partito, restano poche ore per dare a Conte anche un’alternativa in attacco visto il deludente Sanchez. Se non dovesse arrivare nessuno, all’occorrenza, comunque Conte potrebbe sfruttare la duttilità di Eriksen utilizzandolo dietro Lukaku nel 3-5-1-1. Manca però un vice-Lukaku, Esposito è bravo ma acerbo. Colpo a sorpresa nelle ultime ore? Possibile visto che Marotta ha pure il tesoretto che arriva dalla cessione di Gabigol.

Il Milan ha ceduto definitivamente Piatek all’Hertha di Berlino per una cifra che si avvicina ai trenta milioni. La minusvalenza resta, ma era importante togliere negatività a questa squadra che con l’arrivo di Ibra si sta rilanciando. Partiti anche Suso per Siviglia in prestito per 18 mesi con obbligo nel caso di conquista della Champions e cartellino fissato a 20 milioni e Rodriguez al Psv Eindhoven per un prestito a un milioni più cinque per il riscatto. Eccoci alle entrate.

Sull’esterno, al posto di Suso arriva il belga Alexis Saelemaekers dall’Anderlecht. Nato come terzino destro di spinta, ha buoni piedi, ha fatto l’esterno alto, ma soprattutto l’esterno del 4-4-2, è un buon jolly. Ideale come vice Castillejo. Vent’anni, avrà bisogno di inserirsi, arriva in prestito a un milione più sette per il riscatto.

Come alternativa a Hernandez ecco invece l’americano Antonee Robinson dal Wigan in Championship, classe 1997, anche questo un colpetto da sette milioni. Forte fisicamente, ma Pioli dovrà lavorarci. Oggi le visite per entrambi.

Si è mosso moltissimo anche il Napoli che deve ricostruire una squadra a fine ciclo. Giuntoli lavora per l’oggi (Demme, Lobotka e Politano), ma soprattutto per il futuro. Dopo Rrhmani del Verona, da ieri è ufficiale anche Petagna. Entrambi però arriveranno a giugno. Giuntoli non ha chiuso invece con Rodriguez andato al Psv e non s’è completata l’intesa con il Verona anche per Kumbulla e Amrabat. Per il difensore se ne riparlerà, il centrocampista vuole la Fiorentina. De Laurentiis s’è mosso presto perché in estate dovrà rifondare il Napoli anche attraverso cessioni eccellenti. Da Koulibaly a Allan, da Fabian Ruiz a Insigne, molti ascoltano le sirene, mentre Mertens a Callejon sono in scadenza. Adl avrà tanta liquidità in estate, deve prepararsi a spendere bene e per tempo.

La Lazio pensa all’immediato. E’ in ballo in zona scudetto e vuole continuare a ballare, tanto più che ora deve pensare soltanto al campionato e questo non è un vantaggio da poco. Lotito ha messo gli occhi su Giroud, vuole un altro attaccante in stile Klose. Una alternativa di carisma e di esperienza a Immobile e Caicedo. Il Chelsea aspetta di trovare il sostituto e come l’Inter è tentato da Slimani, per Giroud comunque ci sono anche altre offerte dalla Premier. Operazione last minute da tenere d’occhio.

Scatenata la Fiorentina. Commisso, come promesso, vuole investire. Dopo Kouame dal Genoa per undici milioni più sette di bonus, ieri Pradè ha chiuso per Duncan dal Sassuolo (quindici milioni più uno di bonus) e per il giovane difensore brasiliano Igor dalla Spal (sei milioni). Il Genoa ha venduto Criscito ai viola per tre milioni, ma il difensore deluso da Preziosi, ha chiesto ancora qualche ora di riflessione per accettare. Probabilmente si farà oggi. L’alternativa può essere Juan Jesus. La Fiorentina per giugno sta chiudendo anche con il Verona per Amrabat. Il centrocampista ha dato l’ok, discutono le società e la distanza persiste, ma sembra colmabile.

Il Parma ha preso il portiere Radu dal Genoa e Caprari dalla Samp in prestito per 2,5 milioni con riscatto a nove milioni. Caprari dovrebbe prendere il posto di Gervinho attratto da importanti offerte dagli Emirati Arabi.

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 31 Gennaio 2020 alle 08:30 / Fonte: di Enzo Bucchioni
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print