Un’amichevole non può cancellare ciò che di buono è stato fatto in un precampionato tutto sommato positivo. Gasperini dovrà però analizzare i motivi dei quattro gol subiti nel l’amichevole contro il Getafe: bisogna registrare qualcosa nella fase difensiva, anche perché il campionato sta per cominciare. Manca ancora qualcosa dal punto di vista degli acquisti, l’infortunio di Castagne ha sicuramente modificato le strategie di mercato dei nerazzurri. Servirà un esterno, gli uomini di mercato della Dea sono già al lavoro per poter regalare un esterno in grado di poter fare entrambe le fasi, ma soprattutto con caratteristiche offensive.

Obiettivo esterni - Lo stop di Castagne impone almeno l’arrivo di un calciatore in grado di saper occupare al meglio la corsia esterna e che possa anche giocare sulla fascia opposta. L’infortunio di Fares impone un cambio di obiettivo, ma non sarà affatto semplice trovare un profilo ideale per il calcio del Gasp. Il problema fondamentale rimane il tempo, conoscendo i metodi di lavoro del tecnico nerazzurro l’esterno dovrebbe arrivare prima dell’inizio della nuova stagione. Inoltre bisognerà capire le richieste dei club interessati, negli ultimi giorni di mercato si rischia il classico gioco al rialzo.

Due settimane al via - Problemi di mercato a parte, gli occhi sono puntati sull’inizio del campionato. Le aspettative sull’Atalanta sono altissime, ma, come già ha ripetuto il tecnico nerazzurro, bisogna rimanere con i piedi per terra. Il punto interrogativo rimane sulla tenuta fisica: lo scorso anno gli addetti ai lavori e non sono stati smentiti ripetutamente. Quest’anno il dubbio rimane, anche perché la Champions League toglie soprattutto energie mentali. A due settimane dal via, la Dea deve archiviare la sconfitta con il Getafe e partire immediatamente con il piede giusto.

Sezione: Copertina / Data: Lun 12 Agosto 2019 alle 09:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print