In attesa di scoprire qual destino avrà la Serie A, ecco il punto in casa Atalanta col Focus, a cura di Andrea Losapio, riguardo tutti i giocatori in scadenza di contratto o in prestito. 

I PRESTITI - Il 30 giugno dovrebbero salutare, ma il condizionale è d'obbligo in attesa delle scelte da parte degli organismi sovranazionali, almeno due giocatori. Il primo è Mario Pasalic, arrivato per la seconda volta nella scorsa estate: il suo riscatto è valutato 15 milioni di euro e i nerazzurri erano già pronti a versarli al Chelsea. Peccato che la situazione mondiale ora sia cambiata e così potrebbe essere anche quella del croato, con una nuova contrattazione fra le parti in cui potrebbe anche rientrare Robin Gosens. Si vedrà. Invece Adrien Tameze è comunque in uscita dal Nizza, che ha cambiato proprietà negli scorsi mesi e vuol diventare una delle forze più importanti in Ligue 1: possibile quindi un rinnovo del prestito - nonostante un riscatto fissato intorno agli otto milioni di euro - per le poche presenze finora effettuate. Mattia Caldara e Raoul Bellanova invece rimarranno fino al 2021, come da accordi con Milan e Bordeaux.

I RIENTRI - Tantissimi i calciatori che rientreranno dalle varie cessioni, da Bettella a Vido, passando per Haas e Valzania. Oppure i giovani come Carnesecchi o Del Prato, Colpani e Capone. Da valutare Federico Mattiello, che è in prestito al Cagliari e che probabilmente non verrà riscattato, così come Marco D'Alessandro, Arkadiusz Reca e Etrit Berisha: per tutti c'è una condizionalità sull'eventuale salvezza della SPAL, attualmente molto complicata da raggiungere per i ferraresi. L'altro portiere è Boris Radunovic, serbo che ora è la riserva di Silvestri all'Hellas Verona. Insomma, l'Atalanta avrebbe almeno una di giocatori nell'orbita della prima squadra.

LE SCADENZE - La gestione dell'Atalanta è praticamente sempre la stessa. Non avere giocatori in scadenza, a meno che non abbiano un'età molto inoltrata oppure abbiano un ruolo davvero marginale nella rosa. Dunque l'unico che potrebbe essere svincolato a giugno è Francesco Rossi, il terzo portiere che, però, probabilmente avrà un nuovo rinnovo.

LE QUOTAZIONI E PLUSVALENZE70 milioni di euro. Questa la plusvalenza che l’Atalanta, al termine della stagione, potrebbe realizzare se decidesse di cedere 4 dei suoi uomini più ricercati sul mercato. Il primo della lista è Robin Gosens, pagato 300mila euro dall’Heracles nel 2017 che oggi vale 30 milioni. Il secondo è Pierluigi Gollini: pagato 4 milioni dall’Aston Villa, l’Atalanta non ascolterà eventuali offerte inferiori ai 20 milioni. Quindi Mario Pasalic: a fine stagione sarà riscattato dal Chelsea per 15 milioni, Percassi lo valuterebbe almeno 30 in ottica cessione. Chiusura con Duvan Zapata, bomber pagato in totale 26 milioni dalla Samp: la base di partenza minima, per eventuali trattative, è di 40 milioni di euro.

Sezione: Copertina / Data: Mer 13 maggio 2020 alle 22:30 / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print