L'undici titolare che ieri ha messo in campo Gian Piero Gasperini per affrontare il Real Madrid è costato all'Atalanta circa 80 milioni di euro. E' meno, per intenderci, della cifra che negli ultimi anni il Real Madrid ha speso per portare in Spagna i due brasiliani Vinicius Junior e Rodrygo Goes, calciatori che ieri a Valdebebas si sono dati il cambio nel corso della partita vinta 3-1 dalla squadra campione di Spagna.

Basterebbe questo dato per mettere in evidenza la differenza, abissale, che c'era, c'è e molto probabilmente sempre ci sarà tra due squadre che appartengono a due galassie totalmente diverse. Poi il calcio è bello perché anche imprevedibile, perché a volte ci regala storie inattese che diventano storia. Perché si parte sempre dallo 0-0, che è una banalità ma anche la più rassicurante verità che questo sport può consegnarci.

Nelle analisi delle partite, però, non ci si può dimenticare di tutti il resto e non si possono invertire i ruoli. Nei giorni della vigilia - nonostante lo 0-1 dell'andata e la palese differenza tecnica tra le due squadre - s'è respirato, letto e vissuto un ottimismo che non aveva basi fondate. Analisi in cui l'Atalanta vestiva i panni del Real Madrid e viceversa e che arrivavano da tutte le direzioni. Dall'Italia (eccesso di ottimismo?), dalla Spagna (eccesso di prudenza?), ma anche dallo stesso mondo Atalanta. Un ottimismo che ha spinto Gasperini, ad esempio, a dare per scontato che il gol sarebbe arrivato e quindi a fare delle scelte pensando a quello che sarebbe potuto accadere dal 60esimo in poi piuttosto che a quello che sarebbe servito già dal primo minuto per ribaltare la sconfitta dell'andata e fare l'impresa. Perché di questo si sarebbe trattato, di un'impresa. Perché da un lato c'era l'Atalanta che ora si sta affacciando in Champions e dall'altro chi la Champions l'ha vinta più di chiunque altro. Da un lato un'affascinante outsider ma pur sempre un outsider e dall'altro un gruppo di campioni che conoscono questa competizione come le loro tasche. Verità insabbiate per qualche giorno e rispolverate dal campo, implacabile: due vittorie del Real Madrid, 1-4 nei 180 minuti.

Sezione: Copertina / Data: Gio 18 marzo 2021 alle 00:15
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print