Una partenza da incubo, con lo 0-4 contro la Dinamo Zagabria in trasferta, poi la sconfitta in casa, a San Siro, contro lo Shakhtar Donetsk e quella all'Etihad Stadium per 5-1 contro il Manchester City di Pep Guardiola. Zero punti in tre partite per l'Atalanta, alla sua prima esperienza in Champions League nella storia del club e possibilità di qualificazione agli ottavi praticamente nulle, ma nel calcio mai dire mai e la squadra di Gasperini è riuscita nell'impresa, pareggiando contro gli inglesi per 1-1 e battendo prima i croati per 2-0 a San Siro e poi gli ucraini in trasferta per 0-3. Complici le non vittorie di queste ultime due contro il City e soprattutto il rocambolesco 3-3 proprio tra Dinamo Zagabria e Shakhtar alla quarta giornata alla Dea sono bastati soltanto sette punti per staccare il pass, tra la gioia della società, della dirigenza, della squadra, dell'allenatore ma soprattutto dei tifosi che quasi alle 3 del mattino si sono presentati in circa 3000 all'aeroporto di Orio al Serio per accogliere Gomez e compagni dall'Ucraina. Adesso il Valencia, per scrivere un'altra pagina di storia e cercare di ripetere un 2019 indimenticabile.

Sezione: Copertina / Data: Mer 25 Dicembre 2019 alle 18:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print