Silvestri 7 - Disinnesca Gomez nel primo tempo, è sempre attento quando viene chiamato in causa. Nella ripresa si supera negando ai padroni di casa l'1-0 più volte.

Lovato 6,5 - Neanche contro il Papu si lascia sopraffare dall'emozione. Mezzora praticamente perfetta, è costretto a uscire per un problema muscolare. (Dal 32' Danzi s.v. Gomez gli dà il benvenuto con un'azione personale che gli fa girare la testa. Juric capisce che deve correre ai ripari). (Dal 46' Veloso 7,5 - Ha il piede caldo e lo dimostra subito colpendo una traversa. Poi trasforma in modo perfetto il rigore e serve l'assist vincente a Zaccagni. La mossa che cambia la partita).

Ceccherini 6 - Zapata è un cliente difficile e spesso va via come un carro armato. Soffre a inizio ripresa, ma non (Dal 74' Favilli 6 - Nel finale il suo lavoro è prezioso, anche se spreca qualche buona occasione).

Dawidowicz 6,5 - Dopo il gol realizzato ad Anfield, Ilicic prova a ripetersi anche stasera. Spesso si intestardisce, ma è anche merito della buona marcatura del difensore dell'Hellas, che tiene botta anche su Zapata.

Faraoni 6 - Spinge tanto, costringendo Mojica a tanto lavoro difensivo. Attento e preciso nelle chiusure, dalle sue parti il colombiano fa fatica.

Tameze 6,5 - Il grande ex mette ordine in mezzo al campo e pressa a tutto campo. Nella ripresa gioca anche da centrale, con buoni frutti.

Ilic 6,5 - Buone geometrie, qualche uscita notevole palla al piede. Nei momenti difficili sale in cattedra, Juric lo toglie per avere forze fresche nel momento cruciale della sfida. (Dal 58' Colley 6 - Dà dinamismo e vivacità al centrocampo e alla manovra, aiuta in fase difensiva).

Dimarco 7 - Diagonale decisiva nel primo tempo, grande attenzione contro due clienti difficili come Ilicic e Hateboer. Perfetto in ogni circostanza, prova sontuosa.

Zaccagni 7,5 - L'uomo più in forma nella squadra di Juric, punto di riferimento imprescindibile e collante tra centrocampo e attacco. Conquista il rigore, poi si mette a disposizione con grande abnegazione e segna il 2-0 con uno scatto di 50 metri e un controllo strepitoso.

Barak 6 - Si inserisce con i tempi giusti e prova a creare scompiglio nella difesa di casa. Meno lucido del solito nella rifinitura, ma sempre prezioso.

Di Carmine 6 - Si vede poco, la difesa dell'Atalanta non concede grosse occasioni. Apprezzabile per spirito di sacrificio. (Dal 58' Salcedo 6 - La sua velocità manda in crisi i centrali atalantini. Ha un paio di buone occasioni, viene chiuso sempre all'ultimo istante).

Allenatore: Ivan Juric 7,5 - Più forte della sfortuna, degli infortuni e delle assenze. Il suo Verona, anche quest'anno, si candida per il premio "sopresa", anche se ormai è una certezza. Una prestazione collettiva straordinaria: gli scaligeri sanno soffrire e colpiscono al momento giusto. Tutti i giocatori sanno cosa fare, anche quando vengono schierati in ruoli diversi.

Bergamo 28/11/2020 - campionato di calcio serie A / Atalanta-Hellas Verona / foto Imago/Image Sport
nella foto: esultanza gol Miguel Veloso
Bergamo 28/11/2020 - campionato di calcio serie A / Atalanta-Hellas Verona / foto Imago/Image Sport nella foto: esultanza gol Miguel Veloso © foto di Imago/Image Sport
Sezione: Il Pagellone / Data: Sab 28 novembre 2020 alle 23:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print