La difesa titolare. Quasi una conquista per l’Inter di Conte, che al di là delle discussioni legate al modulo in relazione ai troppi gol subiti in questo avvio di stagione, ha come parziale scusante quella di non avere praticamente mai potuto disporre del terzetto arretrato che sulla carta dovrebbe arrivare per primo nelle gerarchie del tecnico interista. A Bergamo contro l’Atalanta, invece, potrebbe materializzarsi il ritorno dal primo minuto di Milan Skriniar con De Vrij e Bastoni, esattamente come nella gara dell’Olimpico contro la Lazio. Sugli esterni, oltre all’inamovibile Hakimi, c’è aria di riconferma anche per Young a discapito di Kolarov, Darmian e D’Ambrosio che dovrebbero invece partire dalla panchina. Sarà poi interessante comprendere le scelte del tecnico leccese in relazione alla linea mediana: se da un lato appare scontata la conferma del trittico Brozovic, Vidal, Barella, resta in dubbio la disposizione che verrà utilizzata per i tre. Il cileno è spesso stato utilizzato come schermo davanti alla difesa, ma le ultime prestazioni suggerirebbero di avanzarlo di qualche metro lasciando a Brozovic l’incombenza di far partire l’azione da dietro. Valutazioni in corso, insomma. In attesa di comprendere se davanti tornerà a disposizione Lukaku, oggi più che mai il vero uomo della provvidenza nerazzurra.

Sezione: L'avversario / Data: Ven 06 novembre 2020 alle 21:00 / Fonte: Gianluigi Longari
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print