Tutto facile per la formazione nerazzurra, contro un avversario arrendevole e che si è limitato ad essere uno sparring partner per l’occasione. Epifania positiva per la Dea, dove alcuni giocatori hanno giganteggiato su tutti. Tre reti, con a segno entrambi i cafeterós (staffetta azzeccatissima da parte di Gasperini) e porta inviolata. Palomino baluardo invalicabile dietro, concesse solo le briciole a due centravanti del calibro di Inglese e Cornelius. De Roon una piovra, alla caccia di tutti i palloni. E poi la panchina: l’esordiente Mahele, schierato sorprendentemente a sinistra, ha dimostrato di essere un giocatore vero, esterno di gamba, con caratteristiche perfette per questa squadra, andando vicino pure alla sua prima segnatura.

Buoni segnali anche da Miranchuk, senza dubbio il giocatore che deve dare ancora qualcosa in più per giustificare l’esborso economico di quest’estate e da Caldara, al rientro dopo 3 mesi di infortunio. Questa squadra riesce a gestire bene gli impegni ravvicinati, a Benevento rientrerà pure Romero.

Un’eventuale ulteriore successo darebbe un segnale davvero forte a tutte le contendenti ai piani alti, questa squadra è in grado di non porsi più limiti.

Sezione: Serie A / Data: Gio 07 gennaio 2021 alle 07:45
Autore: Mister 'X'
Vedi letture
Print