Ha decisamente le idee chiare Robin Gosens che, in una lunga intervista a L'Eco di Bergamo, dopo quella rilasciata a Bergamo TV (LEGGI QUI), pone gli obiettivi personali e della Dea: "Battiamo l'Inter e poi può succedere di tutto, punto ad ogni obiettivo".

LA VENA REALIZZATIVA - "Sì è vero che ad inizio stagione avevo detto che se avessi fatto dieci gol, avremmo vinto il campionato: ho onestamente esagerato. Oggi sono a 9 gol, me ne manca uno, son contento di questo mio rendimento. Il record di 12 reti di Materazzi? Non ci penso, sicuramente la doppia cifra ora diventa un traguardo, poi sarò felice per qualsiasi altro di raccogliere ogni altra nuova soddisfazione":

IL RITORNO COL REAL MADRID - "Vogliamo mettercela tutta, purtroppo l'espulsione di Freuler ha condizionato la nostra prova all'andata. A Madrid giocheremo alla pari e mostreremo le nostre qualità". 

IL BIG MATCH CONTRO L'INTER - "L'Inter merita la testa della classifica - spiega Gosens -, sarà un match che sarà deciso dagli episodi. Hakimi? Sarà un bel duello, ma a me piace misurarmi con i più forti. Scudetto? Se vinciamo avremo un distacco di 7 punti e potrà succedere di tutto. Firmare per il secondo posto? Punto sempre al massimo".

COPPA ITALIA - "E' l'ora di alzare un trofeo, la Coppa Italia potrebbe essere un sogno ma per noi non è l'unico obiettivo". 

IL FUTURO - "Leggo ogni giorno di voci e rumors - conclude al quotidiano bergamasco -, dico solo che fa piacere essere accostato ai grandi club d'Europa, però a Bergamo sto bene e sono felice"

Sezione: Zingonia / Data: Lun 08 marzo 2021 alle 00:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print