Una vittoria con quattro gol di distacco, sei in totale e il derby è della Dea. Ha analizzato così il successo contro il Brescia, ai microfoni di Sky Sport, il tecnico Gian Piero Gasperini. "L'anno scorso avevamo già fatto tanti gol, quest'anno ci siamo superati come numero di gol. Ci è capitato di fare goleade, non lo facciamo per umiliare gli avversari. Le Coppe ci hanno fatto crescere, altri fanno altri tipi di osservazione e siamo cresciuti sotto l'aspetto tecnico. Nelle prossime cinque abbiamo partite impegnative, per arrivare al meglio al PSG dobbiamo giocare grandi partite in campionato. L'obiettivo è quello della Champions, manca una manciata di punti e continuiamo a giocarci il secondo posto con Inter e Lazio ed a questo punto proveremo a fare il massimo. Il fatto di avere cinque sostituzioni è un vantaggio. L'unica cosa che temo in questo momento è qualche infortunio".

PSG giocherà soltanto due gare, voi tredici. Chi può arrivare meglio?
"E' difficile fare queste valutazioni, non so se sia necessario giocare tredici partite come noi per poi giocarci la Champions o solo due gare come loro. Saranno due squadre preparate al meglio, sono squadre di livello che sanno come arrivare all'appuntamento importante".

Ha cominciato a pensare a Neymar e Mbappé?
"Inizio a studiarli, sono due grandissimi fuoriclasse e quindi loro ne hanno due nella stessa squadra. Dovremmo essere molto bravi, c'è stata un pò di eccessiva fiducia quando abbiamo pescato il PSG ma sono una grandissima squadra".

Come si affronta il PSG?
"Quando giochi contro questo tipo di squadre devi farlo al meglio, devi avere qualche attenzione in più e devi esprimerti di squadra. Studieremo bene l'avversario, queste partite non finiscono mai 0-0 e devi fare gol per fare risultato. Loro in qualche modo te lo fanno".

Pensa ancora al novantesimo con la Juventus?
"Sul momento sì, ho passato una nottata un pò così. A mente fredda se devo ragionare penso agli scontri diretti che abbiamo avuto, hanno avuto sempre una piega non fortunata per noi. Non tanto i punti persi con la Spal in casa ma negli scontri diretti qualche punto in meno loro e qualche in più a noi potevamo essere più vicini. In quegli scontri lì potevamo avere qualche punto in più noi".

Sabato sarà contro Juric.
"Quello che sta facendo a Verona, anche come qualità di gioco, è impressionate".

Sezione: Altre news / Data: Mer 15 luglio 2020 alle 00:08 / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print