Una sfida al proprio passato. Una gara che dà sempre ha un denominatore comune, ovvero Gian Piero Gasperini. Dalle parti del Ferraris lo conoscono tutti, o quasi. Un carattere di quelli tosti, che hanno sempre dato un'identità ben precisa alla squadra. Di mezzo ci sono alcuni passi falsi, ma quando si parla della storia dell'attuale allenatore dell'Atalanta il paragone tra le due realtà è inevitabile. Il calendario, poi, fa sempre qualche scherzo e intreccia storie personali con emozioni collettive: una partita simile, a pochi giorni dall'esordio in Champions League, è l'ideale per dar vita all'ennesimo racconto offerto dal mondo del pallone.

IL GRIFONE - Il Genoa ha sempre avuto un significato importantissimo per Gasperini, il tecnico ha messo in mostra le sue capacità proprio alla guida del Grifone. Secondo miglior attacco e promozione al primo anno in serie B, ma il capolavoro rimane quel quinto posto del 2008-2009, con la qualificazione all'Europa League e la competizione europea più importante sfiorata per uno scherzo della matematica. Il ritorno in rossoblù non è comunque da buttar via, l'apice rimane il sesto posto ottenuto nella stagione 2014-2015. 

L'ETÀ DELL'ORO - Gli anni a Genoa hanno segnato la carriera del Gasp anche per via della durata maggiore rispetto a quelli atalantini. Con la Dea sono però arrivati risultati incredibili, fino a quello ottenuto lo scorso anno. La qualificazione alla Champions Leaguee il terzo posto hanno consacrato una squadra che fino a poco prima lottava per non retrocedere, ma soprattutto un allenatore che ha portato moltissime innovazioni nel calcio italiano. Genoa significa molto per il tecnico di Grugliasco, ma pian piano l'Atalanta sta sostituendo il passato. Sarà pure una lotta contro ciò che è stato, ma l'età dell'oro è adesso, soprattutto quando tra pochi giorni sarà il momento di andare a Zagabria a giocarsi la prima opportunità di entrare nella storia. Ancora una volta, ma con i colori nerazzurri.

Sezione: Altre news / Data: Gio 12 Settembre 2019 alle 13:00 / Fonte: tuttomercatoweb.com
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print