“Non mi piace quando si parla così del Verona, o quando il procuratore parla così di Zaccagni”. Dura posizione di Ivan Juric, tecnico dell’Hellas, contro le parole pronunciate in settimana da Tullio Tinti, agente di Mattia Zaccagni, relative all’addio del suo assistito a Verona in estate: “Per me - dice Juric in conferenza stampa - è una mancanza di rispetto. Non vedo altre squadre che vendono. Quando si parla così non mi piace. Penso che Zaccagni sia troppo intelligente, tutto questo non influirà sul suo rendimento, né sulle mie scelte: sarebbe una cosa di gravità enorme. Poi la società deciderà se venderà o meno, ma un po' di rispetto ci vuole".

IL PRECEDENTE: L'ATTACCO A PRADÈ - Lo scorso 18 dicembre il tecnico croato aveva rivolto un attacco simile al dirigente della Fiorentina Pradè, rimandando al mittente tutti i dubbi sulle qualità della rosa gialloblù: "Gli altri non devono parlare della mia squadra: è una mancanza di rispetto, e come minimo deve chiedere scusa a me e alla mia società. In secondo luogo, non è vero: i giocatori che abbiamo venduto sono cresciuti tantissimo, e possono fare bene nelle squadre in cui sono arrivati. Penso che chi ha preso i giocatori che avevamo lo scorso anno abbia fatto un affare, perché sono giocatori forti".

Sezione: Altre news / Data: Sab 23 gennaio 2021 alle 06:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print