Il nuovo calcio secondo Zlatan Ibrahimovic. Il rossonero parla a Repubblica della sua visione riguardo lo sport di cui è diventato un simbolo, in ottica evolutiva: "Io credo che la differenza non la faccia più il fuoriclasse, ma il collettivo. E' normale che io non sia più quello di 10 anni fa, per sto facendo cose utili alla squadra. Non perdi qualità a 30-35 anni, perdi a livello fisico. Poi dipende dalla testa, dal tuo realismo e da quanto ti alleni. La playstation regalata ai miei compagni? Era un trucco, ho detto solo dopo che gratis, ma per chi non si era messo in lista era tardi. Volevo capire meglio i miei compagni, ma adesso corrono di più per me (ride, ndr)".

Sezione: Brevi / Data: Ven 15 gennaio 2021 alle 14:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print