Carnesecchi 6,5 - La Polaroid del suo primo tempo è quel guizzo sulla deviazione sotto porta di Sasinka che vale pressapoco un gol. Il dieci ceco prova in ogni modo a trafiggerlo, ma stasera pare imperforabile: beffato solo dal fuoco amico di Maggiore.

Delprato 6 - Il centro-destra è ben presidiato nel complesso: non commette errori e non mostra il fianco agli avanti della Repubblica Ceca. Ammonito nel finale per eccesso di proteste dopo aver reclamato un penalty che non c'è.

Gabbia 6,5 - Coordina i movimenti della cerniera difensiva da centrale del terzetto e si disimpegna molto bene in opposizione alle iniziative ceche. Sfiora anche il gol nel finale, ma Jedlicka sventa la sua zuccata in mischia.

Marchizza 5 - Serata più di lotta che di governo che macchia con l'espulsione nel finale: si fa sorprendere dal dirimpettaio, che lo costringe a sacrificarsi: salterà la prossima gara del girone.

Zappa 6 - Cerca di calmierare le discese sulla destra per evitare di scoprirsi troppo su quel lato. Scelta che paga, perché non patisce le incursioni di Sulc e trova il tempo di spaventare Jedlicka con un destro che fa la barba al palo. (Dal 73' Bellanova 6 - Ingresso ok, anche se sbaglia qualche scelta).

Frattesi 6,5 - Fa il Barella con una doppia fase ad altissima intensità. È dalla sua pressione che ha origine il vantaggio azzurro: induce in errore Sulc, avviando il contropiede letale per i cechi. (Dal 66' Rovella 6 - Buon impatto sulla partita).

Tonali 4,5 - Avvio un po' singhiozzante nel quale commette un paio di errori tecnici non da lui. Deve solo scrollarsi di dosso un po' di ruggine, perché a lungo andare ritrova fluidità in cabina di comando. Poi però perde la testa e si fa espellere per fallo di reazione.

Maggiore 5,5 - Sa far male con i suoi inserimenti, come quando manda in porta Cutrone dopo un gran break in zona centrale. È però sfortunato protagonista della serata slovena con l'autorete di testa, del tutto fortuita, che vale l'uno a uno della Repubblica Ceca. (Dall'89' Pobega s.v.).

Sala 5,5 - Si divora una ghiottoneria nel finale: merito anche di un super intervento di Sulc. Luci e ombre in precedenza: si poteva osare di più sulla sinistra.

Scamacca 7 - Dopo un paio di tentativi a salve riesce a sbloccare il match (e l'Europeo) con un gol che è il manifesto del cinismo: slalom gigante su Jedlicka e tap-in facile facile.

Cutrone 7 - Capitano e dieci: le responsabilità non pesano, ma moltiplicano le energie. Entra col piglio giusto, squarcia il primo tempo con una splendida palla-laser per il vantaggio di Scamacca. (Dal 73' Raspadori 6 - Si batte, ma punge poco).

Paolo Nicolato 5,5 - Peccati di gioventù che poco dipendono dalla sua egida. Il buon primo tempo è frutto delle sue indicazioni, anche se nella ripresa il battaglione si sfalda un po'. Girone subito in salita.

Sezione: Il Pagellone / Data: Mer 24 marzo 2021 alle 20:15
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print