Sofferta ma portata a casa. La Juventus centra la seconda vittoria consecutiva dopo il bel risultato ottenuto contro il Napoli pochi giorni fa e sempre tra le mura dell’Allianz Stadium ha la meglio del Genoa di Ballardini. Decidono l’incontro le reti di Dejan Kulusevski, Alvaro Morata e Weston McKennie che rispondono al colpo di testa rossoblù targato Gianluca Scamacca. Tre punti importanti nella corsa alla qualificazione alla prossima Champions League considerati anche i risultati delle dirette concorrenti. Una delle quali, l’Atalanta, sarà avversaria dei bianconeri la prossima domenica.

KULUSEVSKI E MORATA RISPONDONO PRESENTE - Servivano alla Juventus ma soprattutto ai due protagonisti, Alvaro Morata e Dejan Kulusevski: gol e buone prestazioni, per sbloccarsi e per ritrovare fiducia. Quel pallone, rimbalzato sui suoi piedi dopo il palo di Ronaldo, è stato manna dal cielo per l’attaccante spagnolo che aveva grande bisogno di un'occasione semplice per far muovere nuovamente la rete e ritrovare quelle sensazioni positive mancategli nelle ultime uscite. Gol numero 8 in campionato, 17 in totale nella sua stagione. Risposta arrivata anche da Dejan Kulusevski, solito cecchino nella parte destra dell’area di rigore dove con il suo mancino battezza, e lascia immobile, Perin. Il gol dopo soli 4 minuti gli permette di scrollarsi di dosso la brutta uscita di una settimana fa nel derby della Mole e di sostenere con convinzione le avanzate dei compagni. E non tradendo la fiducia di Andrea Pirlo che ha sempre sostenuto entrambi e che ieri ha ricevuto le risposte che voleva e sperava sul rettangolo verde.

IL “CASO” RONALDO - Nel finale di gara c’è stato anche spazio per un piccolo caso Ronaldo con la maglietta gettata. L’asso portoghese, subito dopo il triplice fischio dell’arbitro, si toglie la maglia e la lancia verso la linea laterale del campo. Un gesto in un primo momento parso di stizza dopo una prestazione non indimenticabile, poi però giustificato da una richiesta da parte del raccattapalle posizionato alle spalle della porta. Nessun caso dunque, un semplice regalo per il ragazzo delle giovanili bianconere che questo giorno, anche per essere diventato uno dei protagonisti della dinamica, difficilmente lo dimenticherà.

Sezione: L'avversario / Data: Lun 12 aprile 2021 alle 14:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print