Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima della sfida con il Milan in ottica Superlega. "Il mister più che duro è stato giusto, ha detto il suo pensiero ed è normale che ci vuole anche un po' di buon senso. Magari era un può difficile pensare che in 48 ore questa Superlega si fosse conclusa, ci siamo sentiti anche traditi dalle società italiane. Sapevamo in partenza che questo progetto non poteva essere così facile da portare avanti: a tutti gli sportivi piace vincere sul campo con la meritocrazia e poi i tifosi perché facciamo calcio per loro. Il problema più grande è non avere i nostri tifosi allo stadio. Credo che i problemi sono tanti, ci sono dei problemi importanti perché il sistema calcio va rivisto. Le società sono in grandi difficoltà, le difficoltà dei grandi club sono preoccupati. Ho trovato tante cose di non corretto".

Non sapevate niente di questa Superlega?
"Assolutamente non sapevamo nulla, dobbiamo fare un passo oltre perché quello che è successo è successo. Dobbiamo essere uniti e non divisi, le problematiche sono enormi. Ci sono dei problemi che vanno risolti senza trovare discussioni ogni volta".

Come accoglierete questi tre club adesso?
"Da parte nostra dobbiamo guardare più avanti, quello che è stato è stato senza rancore. Serve trovare una soluzione per tutti".

Scamacca vale 40 milioni, non è eccessivo?
"Possiamo chiedere qualunque cifra, chi non ha disponibilità ad acquistarlo non lo faccia. Chi fa determinanti investimenti li fa perché li può fare, nessuno è obbligato a spendere questi soldi".

Sezione: #SuperLega / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 19:05
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print