Il tecnico Walter Zenga ai microfoni di Sky Sport si dice soddisfatto della prestazione dei suoi nonostante la sconfitta e si rammarica per il gol annullato a Simeone che avrebbe potuto cambiare la gara: “Abbiamo affrontato una squadra veramente forte, che gioca a memoria e che ha una qualità incredibile come si è visto dai cambi., Abbiamo tenuto bene pur concedendo qualcosa perché non puoi inventarti nulla per tappare tutte le loro fonti di gioco. Il rammarico è per il gol annullato a Simeone che è assurdo anche se questo è il regolamento. Ci siamo rimasti male perché è una decisione che va contro il senso del gioco, questa non è una regola del calcio, ne parlavo anche con Gasp a fine gara visto che gli era successo anche a loro nelle scorse gare".
Carboni ha commesso un errore che è costato caro
"Giocare ogni tre giorni impone un’elevata concentrazione. Carboni ha fatto un errore perché è un ragazzo, è normale che sbaglia e può solo imparare e crescere, lungi da me gettargli la croce addosso, Siamo rimasti fino alla fine in partita pur giocando 60 minuti in dieci e nel finale siamo riusciti quasi a pareggiarla". 
Come mai la scelta di Ionita esterno?
"Sapevamo che sulle fasce loro hanno giocatori fisici e che arrivano in area facilmente, abbiamo pensato che con Ionita e Lykogiannis potessimo tenerli meglio. Mattiello inoltre aveva fatto tre gare da 90 minuti, Pellegrini era squalificato e Faragò era appena tornato da un infortunio, quindi sono state scelte logiche".

Sezione: Altre news / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 22:33
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print