(di Andrea Losapio per TMW) - Il 26 settembre del 2016 Gian Pier Gasperini era a un bivio. Vincere (e convincere) a Pescara contro il Crotone, dopo una falsa partenza da una vittoria in cinque gare, tre punti conquistati e sconfitta contro il Palermo (poi retrocesso). Dopo il turno infrasettimanale con i rosanero c’era un’ultima spiaggia, il lunedì contro il Crotone di Davide Nicola, nel neutro di Pescara.

CHE FORMAZIONE ERA? Molto differente rispetto a quella odierna, visto che sono passati cinque anni. Ma con due punti fermi come Rafael Toloi e Remo Freuler, non a caso capitani dopo l’addio del Papu Gomez, che era titolare in avanti in coppia con Andrea Petagna. In porta c’era Berisha, ora alla SPAL, poi Masiello (Genoa) e Zukanovic (Fatih Karagumruk). Konko a destra e Dramé a sinistra, in mezzo Kessie (Milan) e Kurtic (Parma) a completare il reparto. Non una squadra che sembrava potesse ambire a qualcosa di più di una salvezza tranquilla.

LA NUOVA ATALANTA - Così il vantaggio di Petagna, dopo pochissimi minuti, dava il la a una squadra che fino a quel momento era legatissima, impossibilitata a sciogliersi. A fine primo tempo, come ha poi abituato molto spesso quest’Atalanta, il risultato era già sullo 0-3, con le reti di Kurtic e Gomez ad arrotondare ulteriormente. Infine il primo gol italiano di Simy a certificare l’1-3 finale. Era solo il prologo alla vittoria del sabato successivo contro il Napoli (gol di Petagna) e un filotto che portò l’équipe di Gasperini al quarto posto.

UMORI OPPOSTI - L’Atalanta che vince contro la Sampdoria, nell’ultimo turno di campionato, la porta alla pari della Juventus, al terzo posto dietro Milan e Inter, a meno dieci dalla capolista. Ma anche in finale di Coppa Italia e con la possibilità di riconfermarsi in Champions League, perdendo solamente 0-1 contro il Real Madrid. Il Crotone invece cerca nuove energie, fisiche e mentali, dopo l’addio di Stroppa e la sconfitta contro il Cagliari che rischia di essere una pietra tombale sulle ambizioni di permanenza in A.

Sezione: Altre news / Data: Mer 03 marzo 2021 alle 18:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print