Nel calcio tutto può succedere, anche che l'Atalanta possa vincere la Champions League di Lisbona e Gian Piero Gasperini chiamato dal Barcellona per la panchina. Ma in condizioni normali sembrano entrambe ipotesi peregrine, al netto di una final eight in Portogallo aperta a praticamente tutti i risultati, così come una crisi blaugrana che sembra non avere fine né padrone per la prossima annata, sebbene Xavi sia una opzione molto forte per il dopo Setien.

RICONFERMATISSIMO - L'idea di Gasperini è semplice e lo ha ribadito a febbraio, in conferenza stampa. "Scudetto? Io ci avrei provato già quest'anno", le sue parole dopo la partita contro la Roma, la seconda delle otto vittorie consecutive della striscia ancora aperta. Probabilmente intriga l'idea di portare una provinciale al tavolo delle grandi d'Europa, magari vincendo qualcosa dopo la sconfitta in Coppa Italia della scorsa annata. Insomma, le ambizioni di Gasp sono enormi, anche senza un fatturato all'altezza della Juventus.

ALLA FERGUSON? La sensazione è che i Percassi vogliano accontentare il proprio tecnico in qualsiasi richiesta, sia economica - personale più che di squadra - che tecnica. Così la ricerca di un vice Gomez-Ilicic sta andando avanti da tempo (Trincao era il nome giusto, poi è arrivato il Barcellona, appunto) e probabilmente arriveranno due o tre pedine per migliorare ulteriormente e puntare alle stelle. A meno che le stelle non puntino Gasperini, altrimenti la scelta sarebbe quella di affidarne la panchina per i prossimi anni. Non pochi.

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 17:43 / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print