"È normale che sia associato al PSG, perché il PSG fa parte di quella cerchia ristretta di club che potrebbero permetterselo. Anche se la situazione è complicata per tutti, il mercato è una questione di opportunità, al di là della programmazione. A volte succedono cose straordinarie. Ma non è stato così durante l'ultimo mercato". Queste parole di Leonardo su Cristiano Ronaldo hanno accesso i sogni dei tifosi parigini e le preoccupazioni di quelli bianconeri.

Chissà che cosa ne pensa Cristiano di questo endorsement parigino. Sicuramente sarà lusingato, però è presto, troppo presto per capire se possono esserci i margini di un addio anticipato. Ronaldo ha un contratto con la Juve fino al 2022 e ha sempre detto alla società di volerlo rispettare. I rumors della scorsa estate erano legati soprattutto ai rapporti tesi con Sarri e dall’amarezza per l’eliminazione agli ottavi di Champions, con Pirlo invece CR7 ha trovato subito la sintonia giusta ed è convinto che con lui al timone possa togliersi altre soddisfazioni a Torino.

Molto dipenderà da come andrà la stagione: se i risultati che il club s’aspetta (il decimo scudetto e un buon percorso in Champions) non dovessero arrivare, allora sì che Cristiano potrebbe guardarsi intorno. E Parigi è sicuramente una destinazione appetibile. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.

Sezione: Calciomercato / Data: Mer 11 novembre 2020 alle 13:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print