Correva la metà di marzo, e l'allora difensore della SPAL Thiago Cionek salì alla ribalta delle cronache per un fatto extra campo: in pieno centro, all'interno di una tabaccheria, si consumò una rapina, ma il polacco, inseguendo il ladro, riuscì a bloccarlo restituendo il maltolto al titolare dell'attività. Episodio che fu celebrato anche dal sindaco di Ferrara Alan Fabbri, e che è stato preso in considerazione dalla Reggina per presentare il giocatore, fresco innesto della formazione calabrese.

Ma il video pubblicato sui canali social, ha lasciato non poco stupore in città e non solo. Il video ricorda l'evento, e vede Cionek seduto in un bar di Reggio Calabria quando un malvivente entra nel locale per derubare il proprietario, salvo poi scappare alla sola vista del giocatore; un'ora dopo, però, il malvivente fa nuovo ingresso nel bar dove non c'è più il calciatore, e uccide il barista sparandogli. "Vi difendo io" è titolato il post, e senza la difesa di Cionek succede il peggio, questo il senso del tutto.

Peccato però che i calabresi non abbiano visto di buon occhio la clip, ritenuta lesiva per l'immagine della Regione e della città. Tante le polemiche scaturite, ma per il momento né Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, né altri rappresentanti della stessa, hanno voluto commentare l'accaduto.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

😎 "ADESSO VI DIFENDO IO!" Luca Rovito #ThiagoCionek #anewbeginning

Un post condiviso da Reggina 1914 (@reggina_1914_official) in data: 28 Set 2020 alle ore 11:00 PDT

Sezione: Calciomercato / Data: Mer 30 settembre 2020 alle 19:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print