Andrenacci 5 - L'Atalanta gli arriva da tutte le parti, avrà probabilmente gli incubi. Sui gol non può fare molto.
Semprini 4,5 - Dalla sua parte c'è Gosens che gli fa venire il mal di testa, il paragone è spesso ingeneroso con il miglior laterale sinistro del campionato.
Chancellor 4 - Dovrebbe essere l'ultimo baluardo. Mai condizionale è stato più corretto, perché dopo novanta secondi Pasalic lo brucia sul cambio di passo. Anche sul quinto gol ha le sue belle colpe, perché il croato gli parte dietro.
Mateju 5 - Nel mismatch con Zapata rischia di affogare praticamente sempre. Non è sempre e solo colpa sua.
Mangraviti 4,5 - Molto misurato nelle sue avanzate, anche perché Malinovskyi e Castagne spesso lo trovano nella terra di mezzo. Quando deve marcare Zapata ha qualche problema.
Bjarnason 4,5 - Dovrebbe dare mobilità e inserimenti. Almeno sulla carta.
Dessena 4,5 - Capitano di esperienza, ma finisce nel frullatore come tutti quanti i compagni di reparto. Perde un pallone sanguinoso per il sesto gol.
Viviani 5 - Viene risucchiato come tutti i compagni dalla mediana tutta muscoli fra De Roon e Freuler (dal 58' Tonali 6 - Da bresciano sente il derby con l'Atalanta, cerca di metterla sul fisico. E trova anche l'assist per Spalek).
Spalek 5,5 - Volenteroso, ma davvero nulla di più. Nel finale riesce a mettere il suo timbro in una partita comunque abbastanza in ombra.
Torregrossa 6,5 - Ha subito l'occasione per il pareggio, resiste alla scivolata di Caldara - che potrebbe essere da rosso - ma spara su Sportiello. Alla seconda opportunità non sbaglia con il piattone. In generale è l'unico a provarci (dal 61' Ndoj - Cerca di dare equilibrio, ma la partita è già finita).
Donnarumma 5,5 - Meno ispirato del suo gemello d'attacco, prova ad accendersi ma è meglio marcato (dal 68' Ayé s.v.).

Sezione: Il Pagellone / Data: Mar 14 luglio 2020 alle 23:53 / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print