Dai colleghi di TMW, riportiamo le parole rilasciate in conferenza stampa dal tecnico dello Shakhtar Donetsk Luis Castro alla vigilia del match contro l'Atalanta in Champions League: "Noi sappiamo che passare il turno è molto importante, sia per noi che per l'Atalanta. Ci aspettiamo una gara molto difficile, molto interessante. La possibilità di passare è 50-50, si affrontano due squadre piene di ottimi giocatori".

Conosce già la formazione? "Sì, sono convinto che ho già gli undici titolari, so già chi partirà dall’inizio".

Taison ha preso alcuni cartellini gialli durante il campionato ucraino, spesso per condotta non sportiva. "Noi parliamo con lui, facciamo un lavoro, ma queste conversazioni rimangono dentro la società. Non parliamo di niente, per voi. Sono cose riservate all'interno del club e della squadra. Taison è un grande giocatore, consapevole delle sue capacità".

Le assenze di Zapata e Ilicic possono influenzare la gara? "La rosa è abbastanza ampia, è stato un buon mercato per loro. Hanno pensato a questo impegno, hanno un organico che può supplire infortuni. Chiaro che Gasperini vorrebbe tutti i giocatori a disposizione".

L'Atalanta avrà fuori Toloi e Kjaer, in difesa sarà indebolita. "L'Atalanta non è caratterizzata da un uomo o da un paio di giocatori. È un collettivo, gioca il pallone collettivamente, non dipende da un singolo. Per me è importante studiare i movimenti della squadra, difensivi e offensivi, come spostano la palla. Calcio d'angolo, punizioni. Non cambia dalle situazioni".

Malinovskyi vi conosce... "Ha caratteristiche diverse, può segnare da fuori area, mentre Ilicic può andare verso la porta e passare il pallone. Ma continuo a valutare la squadra come un insieme".

Sezione: L'avversario / Data: Mer 11 Dicembre 2019 alle 10:30
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print