Anche oggi la Gazzetta dello Sport prova a fare chiarezza sul presunto cambio di nome che la proprietà avrebbe deciso per l'Inter. Quella di "Inter Milano" - come spiega la rosea - sarà una nuova denominazione scelta per i mercati e non solo: "È un modo di legarsi a una città moderna e vitale - si legge -. Ammicca al nome inglese che all’estero si associa ai nerazzurri - “Inter Milan”, Inter Milano appunto -, e punta a strappare simbolicamente la leadership cittadina ai cugini. Un nuovo brand come biglietto da visita per presentarsi al mondo là fuori senza giri di parole. Ed è una questione commerciale, emozionale, non certo pratica: per questo, mai è stato in discussione un improponibile cambio di ragione sociale. Se il “Football Club Internazionale Milano” dei padri fondatori è sacro, “I M” (da leggersi come “I am”, io sono) è un progetto a 360° che ridisegna i confini nerazzurri. Non più solo pallone, ma entertainment".

Una scelta quindi che toccherà in particolar modo il marketing, in un momento di profondi cambiamenti a livello societario. "Gli svedesi di Eqt e i due americani, Arctos e Ares, stanno alla finestra, pronti a osservare i conti quando toccherà a loro - conferma la Gazzetta -. Al momento, però, Bc Partners è impegnato in esclusiva nella due diligence. Chiunque arriverà, troverà comunque un club dalla nuova identità visiva e concettuale. E mentre si tratta, uno scenario prende forma: LionRock, attuale azionista di minoranza (31,05 %) può uscire presto di scena". Un ulteriore passaggio in questa fase concitata della storia del club.

Sezione: Le Altre di A / Data: Mar 19 gennaio 2021 alle 11:30 / Fonte: fcinternews.it
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print