L’Atalanta ha spiegato l’andamento gestionale del bilancio 2020. Il valore della produzione è passato da 188,6 milioni a 242. I ricavi da trading ammontano a 88,9 milioni (68,5 di plusvalenze, 18,8 per premi, 1,6 per cessioni in prestito. I proventi televisivi sono passati a 117,2 milioni e quelli non audiovisivi a 4,2 milioni. La partecipazione alla A porta 56 milioni, la Champions per 61. Le sponsorizzazioni salgono a 18,2 milioni. I ricavi da botteghino scendono a 4 milioni a causa della pandemia.

I costi più significativi sono gli stipendi, pari a 69,3 milioni, ammortamenti di diritti pluriennali a 39,8 milioni, costi per servizi di 24,7 oneri diversi a 15,4 e beni terzi a 4,1 milioni.

Sezione: Zingonia / Data: Gio 22 aprile 2021 alle 13:44
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print