Le dichiarazioni di Gian Piero Gasperini vanno di traverso al Valencia. Nell’intervista rilasciata oggi a La Gazzetta dello Sport, il tecnico dell’Atalanta ha raccontato di aver contratto il Covid-19 e di aver accusato dei sintomi già il giorno precedente la sfida di Champions, proprio contro la formazione iberica. Così, attraverso un comunicato ufficiale, il club del Mestalla, che in passato ha reso noto di aver subito contagi sul 35% della propria rosa, ha criticato il comportamento del mister degli orobici. Di seguito il comunicato in versione integrale.

Dopo le dichiarazioni dell’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, apparse questa domenica sulla stampa italiana, il Valencia esprime pubblicamente la sua sorpresa per il fatto che l’allenatore della squadra rivale negli ottavi di finale di Champions League riconosca che, tanto il giorno precedente quanto il giorno della partita, il 10 marzo al Mestalla fosse consapevole di soffrire sintomi presumibilmente compatibili con il Coronavirus senza prendere misure preventive, mettendo a rischio, nel caso, numerose persone durante il suo viaggio e la sua permanenza a Valencia. Bisogna ricordare che questa partita è stata disputata a porte chiuse, rispettando misure restrittive ben precise, prescritte dalle autorità sanitarie spagnole per prevenire il rischio di contagio per Covid-19, proprio in presenza di persone provenienti da una zona già qualificata pubblicamente a rischio”.

Sezione: Altre news / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 10:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print