Ospite di TMW Radio, durante 'Stadio Aperto', l'attuale vice ct dell'Albania Sergio Porrini , nonché grande ex di Atalanta e Juve, ha commentato i temi più caldi di giornata, soprattutto l'esordio negli ottavi di finale di Champions della Dea:

Che emozioni ci sono nel vedere l'Atalanta in Champions? Quando giocavi a Bergamo forse non avresti mai pensato di vedere la squadra a questi livelli. Inoltre la partita sarà in bilico...
"Il Valencia è alla portata dell'Atalanta, anche alla luce di quello che la Dea a dimostrato sia in campionato sia nei gironi di Champions. Partiranno alla pari. Tutte e due le squadre nel momento del sorteggio auspicavano magari di affrontarsi".

Quanto vale ad oggi Gasperini come tecnico a livello internazionale?
"Ho sempre parlato bene di lui e pensavo che potesse essere l'allenatore giusto. L'ho sempre sostenuto, anche quando nel primo anno le cose non andavano bene. E' lui il valore aggiunto. Rispetto agli altri ha dimostrato di aver messo qualcosa di suo. Gasperini ha dimostrato che in una squadra l'allenatore è fondamentale. Bisogna anche calcolare la squadra che ha avuto. Ad esempio anche Mourinho ha fatto bene, ma a livello di gioco non mi ha mai entusiasmato. Gasperini invece ci ha messo molto del suo e questo risultato che ha raggiunto con l'Atalanta è pazzesco. E' un'impresa paragonabile agli otto scudetti consecutivi vinti dalla Juve. Ha esaltato e rivalutato dei giocatori che erano considerati o poco futuribili o magari finiti. Come Cristante o Petagna. Per raggiungere risultati così vuol dire che dietro c'è una preparazione minuziosa e attenta".

Sezione: Altre news / Data: Mer 19 Febbraio 2020 alle 20:23
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print