Gennaio è lontanissimo, ma il mercato non si ferma, mai. Anche perché la chiusura della sessione estiva ha lasciato alcune situazioni in sospeso. In casa Juventus ci sono due vicende aperte: Mandzukic e Emre Can. Il futuro dell’attaccante (escluso dalla lista Champions e assente anche a Firenze di comune accordo con la società) è sempre più lontano da Torino. Per lui ci sono offerte importantissime dal Qatar, dove il mercato chiuderà il 30 settembre, ma anche in Mls. È chiaro che la sua avventura in bianconero è ormai arrivata al capolinea, Mandzukic anche ad agosto ha avuto possibilità di andare. United, Bayern Monaco e il Psg ci avevano fatto più di un pensiero ma alla fine il croato ha deciso di non spostarsi. Nel caso dovesse restare almeno fino a gennaio, attenzione all’ipotesi Premier League, con il West Ham fortemente interessato. Anche la questione di Emre Can è ancora tutta da risolvere. Il centrocampista , arrivato a parametro zero l’anno scorso, non si aspettava di rimanere fuori dalla Champions. E non lo ha certo nascosto. Ha fatto un po’ di retromarcia ma Il problema non è risolto. Ad agosto la Juventus aveva avviato un mezzo discorso con il Barcellona ma poi non se n’è fatto di nulla. Alla riapertura del mercato potrebbe decisamente riprendere quota l’idea di uno scambio con Rakitic. A gennaio usciranno sicuramente Pjaca e Perin. Anche l’Inter, che ha fatto una grande campagna acquisti, potrebbe decidere di fare qualcosa nel mercato invernale, magari a centrocampo. E qui il nome resta quello di Vidal, un giocatore che è sempre piaciuto ad Antonio Conte. Il problema è che il Barcellona non ha alcuna intenzione di privarsene. L’ultima idea è Matic del Manchester United, che ha il contratto in scadenza nel giugno 2020. Da monitorare anche la situazione di Politano, che l’Inter ha trattenuto nonostante molte offerte, quella della Fiorentina in primis. Più avanti qualcosa potrebbe anche cambiare. E saranno mesi fondamentali anche per capire il futuro di Icardi. È chiaro che è ancora presto per sapere se verrà acquistato in maniera definitiva, ma il Psg ha fatto questa operazione visto che la situazione di Neymar è incandescente e potrebbe risolversi già a gennaio, con il ritorno a Barcellona. In più, e forse questo è anche l’aspetto più importante, Cavani è in scadenza di contratto e a giugno lascerà la Francia. Proprio per questo il club francese si aspetta una grande stagione da Maurito. Infine un approfondimento su De Paul, che ormai da un paio di stagioni è corteggiato da tanti club. Non più tardi di qualche mese fa prima l’Inter e poi anche il Napoli erano vicinissimi a chiudere l’operazione con l’Udinese poi però tutto si è bloccato. E così ci ha provato la Fiorentina, che è arrivata ad offrire 30 milioni più 3 di bonus e una percentuale sulla futura rivendita nelle ultime ore di mercato. Ora sull’attaccante argentino c’è da registrare l’inserimento del Milan, che cerca da tempo un giocatore con queste caratteristiche. De Paul può fare la punta esterna, il trequartista, ma anche la mezzala come in Nazionale. L’idea sarebbe quella di fare un tentativo in inverno, anche se la valutazione resta sempre intorno ai 35 milioni di euro.

Sezione: Calciomercato / Data: Sab 14 Settembre 2019 alle 08:30 / Fonte: di Niccolò Ceccarini
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print