Il contratto di Matteo Pessina scadrà il 30 giugno 2022 e guadagna 400mila euro e per il momento non ci sono novità sul suo rinnovo con l'Atalanta. Il Milan osserva con grande attenzione e in estate potrebbe fare un tentativo per riportarlo in rossonero, sfruttando anche lo "sconto" del 50%: quando infatti il Diavolo lo aveva venduto ai bergamaschi nel 2017 nell'affare che aveva portato Andrea Conti a Milanello, aveva inserito nell'accordo il 50% sulla futura rivendita del giovane centrocampista. 

RINNOVO FERMO - A riferirlo è questa mattina La Gazzetta dello Sport che spiega che in via Aldo Rossi sta iniziando a circolare questa idea con sempre più insistenza. Pessina sta giocando una grandissima stagione con la maglia dell'Atalanta, dove ha conquistato anche una maglia da titolare. Il suo agente è da tempo in trattativa con i dirigenti nerazzurri per il rinnovo di contratto, ma per il momento la situazione non si sblocca nonostante la ferma volontà del club di Percassi di trattenerlo. L'Atalanta è disposta a superare il muro del milione ma l'idea di tornare al Milan stuzzica l'ambizioso Matteo che si guarda attorno in attesa di capire cosa fare nella prossima stagione.

CON LO SCONTO - Il Milan, per il momento, sta osservando e basta perchè non vuole provocare strappi con l'Atalanta, con cui c'è in ballo anche il riscatto di Mattia Caldara. Pessina, però, è molto apprezzato a Milanello e il diritto del 50% sulla rivendita ottenuto nel 2017 nell'affare-Conti rende tutto più interessante. La qualificazione in Champions sarebbe certamente un argomento importante per convincerlo ad accettare il ritorno in rossonero. Il Diavolo deve alzare il livello tecnico della rosa e per questo l'eventuale arrivo di Pessina non è legato direttamente al futuro di Hakan Calhanoglu. 

Sezione: Calciomercato / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 21:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print