È stato ufficializzato il passaggio di Pasquale De Vita, talentuoso centrocampista offensivo classe '94 degli Allievi Nazionali dell'Atalanta, al Palermo. Si trasferisce in Sicilia con la formula del prestito con diritto di riscatto.

A tal proposito, da registrare le dichiarazioni del factotum del vivaio nerazzurro, Mino Favini, intervistato da MediaGol.it: "È un ragazzo che nell’ultima stagione ha giocato negli Allievi e che negli ultimi tempi ha espresso il desiderio di cambiare aria. C’è stata questa opportunità del Palermo e chiaramente l’abbiamo accontentato volentieri – ha spiegato il dirigente nerazzurro –, si tratta di un giovane di buone qualità. Bisognerà vedere come cresce perché ha soltanto 16 anni ed è ancora presto per poterlo giudicare e dare un giudizio definitivo sul giocatore che, ripeto, ha qualità notevoli. Caratteristiche? È un centrocampista avanzato, dalle spiccate doti offensive. Per questo può giocare anche come seconda punta. È uno di quelli che ama il dribbling, e comunque può giocare da metà campo in avanti. A chi somiglia? Può somigliare a tanti, è abile con la palla al piede ma deve imparare naturalmente certi movimenti in fase di completamento di formazione. Di sicuro ha buone qualità, altrimenti il Palermo non l’avrebbe preso ma non saprei a chi paragonarlo. Non mi sento di fare nomi ma per rendere l’idea dico che può somigliare a qualcuno che ha fantasia e destrezza e che in campo magari esagera un po' a tenere la palla, proprio perché è una caratteristica che ha nelle sue corde”

Sezione: Calciomercato / Data: Sab 06 agosto 2011 alle 17:30 / Fonte: intervista di MediaGol.it
Autore: Luca Bonzanni
Vedi letture
Print