Due occasioni possono bastare. "È la dura legge del gol", cantava Max Pezzali qualche anno fa, e ancora una volta è impossibile sfuggirle. Un Chelsea a dir poco cinico passa al Ramón Sánchez-Pizjuán con il minimo indispensabile e fa sua la sfida d'andata contro il Porto. Alla squadra di Tuchel basta un gol per tempo: Mount al 32' segna il suo primo centro in Champions League, Chilwell raddoppia a 5' dalla fine.

La squadra di Conceiçao viene punita oltre i propri demeriti: i portoghesi giocano meglio per quasi tutta la partita, mettendo in mostra quelle qualità già ammirate contro la Juventus. Nonostante l'assenza di Sergio Oliveira, il centrocampo sovrasta quello avversario grazie soprattutto a Otavio e Corona, i più pericolosi tra i padroni di casa. L'esterno brasiliano sfiora il gol olimpico, trovando la risposta di un attentissimo Mendy. Alla prima occasione, però, passano gli ospiti: verticalizzazione di Jorginho per Mount, che sfrutta un buco di Zaidu e lascia partire un diagonale precisissimo con il destro. Nulla da fare per Marchesin, che nella ripresa tira due volte un sospiro di sollievo sulle incursioni dei tedeschi Rudiger e Werner. Dall'altra parte è Luis Diaz il più attivo: il "vice" di Taremi mette i brividi a Mendy con una conclusione dal limite.

Il Chelsea fa molta fatica a costruire occasioni degne di nota. Tuchel non vuole correre rischi: dopo aver ottenuto il massimo nel primo tempo, resta fedele alle indicazioni iniziali. Cambiano solo le pedine, per gestire il prezioso vantaggio e dare freschezza e incisività nele ripartenze. Man mano che passano i minuti, il Porto perde lucidità e alla fine viene punito dai Blues: Pulisic quasi "spacca" la traversa, poi Chilwell sfrutta un disimpegno sbagliato di Corona e deposita in rete dopo aver saltato Marchesin. Due a zero e qualificazione ipotecata, anche se il Porto proverà a ribaltare al Sánchez-Pizjuán, che sarà teatro anche del match di ritorno tra sei giorni.

PORTO-CHELSEA 0-2  
32' Mount, 85' Chilwell

PORTO (4-4-2): Marchesín; Manafá (83' Chico Conceiçao), Pepe, Mbemba, Sanusi; Corona, Grujic, Uribe, Otávio (83' Fabio Vieira); Luis Diaz, Marega (83' Martinez). All. Sergio Conceicao

CHELSEA (3-4-3): Mendy; Azpilicueta, Christensen, Rüdiger; James (80' Thiago Silva), Kovacic (91' Emerson Palmieri), Jorginho, Chilwell; Mount (80' Kante), Havertz (65' Giroud), Werner (65' Pulisic). All. Tuchel

Ammoniti: Mbemba (P), Grujic (P), Conceiçao (all. P)

Sezione: Champions League / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 23:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print