Le critiche per i mille impegni in calendario hanno già trovato spazio, soprattutto in un momento delicato per gli spostamenti. Dubbi sollevati dallo stesso Gian Piero Gasperini al termine della vittoria contro il Cagliari: primo allenamento di gruppo due giorni prima della trasferta di Napoli e un bel po' di fatica in più sulle gambe. L'emergenza - se così si può chiamare - riguarderà soprattutto l'attacco: Zapata e Muriel hanno giocato nella doppia sfida di qualificazione al mondiale 2022, mentre Gomez non è mai sceso in campo. Mancano però gli allenamenti insieme alla squadra, viste anche le assenze di chi ha giocato in Europa: per il tecnico di Grugliasco non sarà assolutamente semplice fare la conta in vista del match di domani.

POCHI ALLENAMENTI - La prima seduta con tutta la rosa a disposizione (seppur con qualche eccezione) è stata svolta ieri a Zingonia: il Papu Gomez si è allenato con la squadra, mentre Djimsiti, Pasalic e i sudamericani rientrati dagli impegni con le rispettive nazionali hanno svolto un lavoro personalizzato. Oggi l'ultima sessione prima della partenza per Napoli, per capire chi mandare in campo in una sfida importantissima: l'obiettivo è quello di recuperare al meglio chi ha viaggiato oltreoceano.

GASP CONTA I REDUCI - Le partite della UEFA Nations League in un periodo davvero delicato non sono state viste di buon occhio, ma anche le qualificazioni mondiali hanno fatto storcere il naso un po' a tutti: Zapata è quello che ha giocato di più, Muriel e il Papu hanno comunque affrontato viaggi pesanti e spostamenti non indifferenti prima di tornare in Italia. Gasp ha comunque ritrovato tutti, senza nessun tipo di problema fisico: l'abilità sarà quella di gestire al meglio i reduci per poter far bene anche al San Paolo. Con un occhio alla Champions, ovviamente.

Sezione: Copertina / Data: Ven 16 ottobre 2020 alle 09:10 / Fonte: Patrick Iannarelli
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print