ATALANTA-MILAN 5-0 
Gollini s.v. - Primo tempo da senza voto, secondo pure.
Toloi 6,5 - Quasi sempre ha il compito di entrare dentro il campo per dare supporto alla fase di costruzione del gioco
Palomino 7 - Sporco, brutto e cattivo. Sarebbero pessime caratteristiche se non parlassimo di un difensore centrale: tiene gli occhi sul pallone e lo recupera spesso, con le buone o senza.
Djimsiti 6,5 - Tecnicamente è rivedibile, ma fisicamente è quasi insuperabile.
Castagne 7 - Propulsione continua sulla propria fascia, ma con un occhio anche a quello che succede dietro. Potrebbe segnare due gol, ma è una spina nel fianco.
De Roon 7 - Ripulisce tutti i palloni che gravitano intorno alla sua zona, è da una parte e dall'altra, anche quando deve lavorare in maniera oscura.
Pasalic 8 - Continua nella sua crescita, esponenziale, da mezz'ala a tutto campo. Si trova a rompere il gioco e poi, subito dopo, a dare profondità all'azione. Il due a zero mette una pietra tombale sul match, poi regala anche l'assist per il 3-0.
Gosens 7,5 - Punta Conti praticamente tutto il primo tempo, trovando spesso il fondo. Fondamentale nel gol del 2-0 (dall'88' Gosens s.v.).
Gomez 8 - La giocata del gol è da cineteca e, oramai, sembra quasi un marchio di fabbrica. Dopo Sassuolo - lì era Toljan la vittima - e Dinamo Zagabria, il Papu trova il tunnel e poi spara all'incrocio (dall'88' Freuler s.v.).
Malinovskyi 6,5 - Si disimpegna in un ruolo non suo, cercando qualche volta di pungere.
Ilicic 8 - Ondeggia, caracolla, alle volte è indisponente perché tocca il pallone troppe volte. Ma quando punta l'avversario il rischio è sempre dietro l'angolo. Nel secondo tempo ne fa due in pochi minuti, prima con il destro e poi con il sinistro: quasi straripante (dall'80' Muriel 7 - Entra dieci minuti e fa gol)

Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 22 Dicembre 2019 alle 14:28 / Fonte: tuttomercatoweb.com
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print