L’ultima dell’anno il Milan vuole giocarla per vincere. Lasciarsi alle spalle un 2019 difficile, dove in queste prime 16 partite ha mostrato tante difficoltà e la prova evidente sono i 21 punti in classifica. Un Milan che spera di crescere nel 2020 e tentare una clamorosa rimonta nel girone di ritorno. Ma prima di chiudere l’anno c’è bisogno di superare l’ultimo grande ostacolo e l’Atalanta non è affatto un avversario semplice. “Il Milan ha l'obbligo di vincere ogni partita, l'Atalanta è una squadra molto forte, sono stati bravissimi a qualificarsi agli ottavi di Champions, ma dobbiamo andare lì per giocare la partita perfetta”, ha dichiarato il difensore rossonero Alessio Romagnoli alla festa del settore giovanile rossonero. “Essere il capitano di una società così gloriosa è un onore per me, sono molto felice di esserlo, cercherò di dare me stesso per aiutare il gruppo ad inseguire i traguardi. Sassuolo? Noi speravamo in un risultato diverso, speravamo di vincere, dobbiamo migliorare come stiamo facendo poi si vedrà a fine anno. Noi conosciamo il nostro valore, i risultati danno quell'aiuto a noi stessi, siamo un gruppo giovane ma molto forte. Dispiace che l'inizio non sia stato dei migliori ma faremo di tutto per arrivare il più in alto possibile".

I bergamaschi arrivano dal ko col Bologna e vorranno chiudere al meglio anche loro un anno speciale dove li ha condotti agli ottavi di Champions, ma i rossoneri ci arriveranno senza il miglior giocatore di questa prima parte di stagione, ovvero Theo Hernandez. Al suo posto ci sarà Rodriguez, mentre Pioli sta cercando di trovare una soluzione in attacco per sbloccare le punte e far giocare dall’inizio Leao. Il portoghese ha siglato solo un gol fino a oggi ma ha mostrato margini di miglioramento contro il Sassuolo, colpendo due legni in 15 minuti. Prove tattiche da oggi, con l’allenamento al mattino.

Sezione: L'avversario / Data: Gio 19 Dicembre 2019 alle 13:00 / Fonte: tuttomercatoweb.com
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print