Un fulmine a ciel sereno in casa Juventus: Cristiano Ronaldo salta lo spareggio Champions con l’Atalanta di Gasperini in programma questo pomeriggio alle 15 al Gewiss Stadium. Assenza pesantissima in una gara cruciale per classifica e morale di una squadra risultata, nel corso della stagione, estremamente lunatica. “Abbiamo lavorato bene durante la settimana, - ha raccontato Andrea Pirlo in conferenza stampa, - sapendo che l'Atalanta ha delle caratteristiche particolari. Gioca un calcio diverso rispetto alle altre squadre e quindi abbiamo provato delle contromosse per evitare la loro pressione feroce. Hanno tanti singoli forti ma è giusto concentrarsi sulla globalità della squadra”. Riflettendo anche su quanto di buono fatto nel match d’andata quando la Juventus è stata capace di ostacolare i bergamaschi come mai fatto negli anni precedenti: “L’atteggiamento era stato buono e avevamo messo in difficoltà l’Atalanta con una buona pressione. Che non deve mancare perché loro ti portano a fare una gara di alta intensità su livelli di gioco molto elevati. Deve essere una delle prerogative”.

CR7 OUT, RESPONSABILITÀ PER MORATA E DYBALA - Un problema ai flessori estromette l’asso portoghese dalla trasferta di Bergamo. Così ha spiegato Pirlo nelle dichiarazioni di vigilia: “Non si sentiva in grado di poter spingere come negli ultimi giorni di allenamento e abbiamo preferito, parlando col suo preparatore, con lui e col medico, non rischiare perché dopo le tante partite c'era il rischio di un grosso infortunio. Abbiamo deciso di lasciarlo a riposo e cercare di recuperarlo per la partita di mercoledì. I tanti appuntamenti, compresi quelli con la nazionale, l’hanno condizionato”. E senza il suo uomo migliore, la Juventus dovrà dimostrare di poter essere comunque grande. Tre volte assente in campionato, tre pareggi contro Crotone, Verona e Benevento; due in Champions con una vittoria con la Dinamo Kiev e la sconfitta casalinga contro il Barcellona; una in coppa Italia nella vittoria contro la Spal. Tre volte è partito dalla panchina, due delle quali (Spezia in campionato e Genoa in Coppa Italia) il suo ingresso è servito per portare a casa la vittoria mentre meglio è andata nel trionfo dello Stadium contro la Lazio. Insomma, senza Cristiano Ronaldo la Juve fa fatica a venire a capo dei match. E proprio per questo motivo tutto l’ambiente si aspetta una risposta e un segnale di responsabilità dai due che ne prenderanno il posto: Paulo Dybala e Alvaro Morata. Con le prestazioni, ma soprattutto con i gol che possono valere uno strappo importante verso la qualificazione alla prossima Champions League.

CUADRADO AGO DELLA BILANCIA - Detto del tandem d’attacco Dybala-Morata, sono sostanzialmente due i dubbi di formazione che Andrea Pirlo scioglierà solamente nella riunione tecnica di questa mattina. Il principale riguarda la posizione di Cuadrado: se il colombiano giocherà sulla linea dei centrocampisti, come con il Napoli, spazio per Alex Sandro sul lato sinistro della retroguardia. Brasiliano che è in ballottaggio con McKennie che invece sarebbe il designato per riempire il reparto mediano con Cuadrado posizionato sulla linea di difesa. Per il resto dentro De Ligt, Chiellini e Danilo (anche lui non al 100% della condizione, ma dovrebbe stringere i denti) , con Bentancur e Rabiot, avanti su Arthur, come cerniera di centrocampo e Chiesa in appoggio al duo offensivo. Per dare un segnale: alle avversarie ma soprattutto a se stessi.

Sezione: L'avversario / Data: Dom 18 aprile 2021 alle 09:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print