Andrea Pirlo ha presentato in conferenza Atalanta-Juventus, gara valida per la trentunesima giornata del campionato di Serie A, in programma domani alle 15 al Gewiss Stadium di Bergamo. "Abbiamo lavorato bene durante la settimana spando che l'Atalanta ha delle caratteristiche particolari. Gioca un calcio magari diverso rispetto alle altre squadre e abbiamo attuato delle contromosse. Abbiamo lavorato con intensità in settimana, sono fiducioso".

Avete defezioni? Dybala partirà dall'inizio?
"Una grossa defezione c'è ed è Cristiano che non sarà della partita, non è riuscito a recuperare da un problema al flessore. Non si sentiva in grado di poter spingere come negli ultimi giorni di allenamento e abbiamo preferito non rischiare".

Perché in Italia sembra un azzardo inserire i giovani? Abbiamo visto Guardiola con Foden che è stato decisivo?
"Non lo è. Ricordiamo che Kulusevski ha vent'anni e questo magari passa inosservato, ha giocato partite importanti e non c'è stato il rischio di bruciarlo. Magari in queste occasioni hanno potuto sfruttarli, perché hanno visto caratteristiche utili alla squadra. Ma non mi sembra che noi abbiamo avuto problemi a riguardo".

Quanto è serio il problema di Ronaldo? Dybala scontato titolare?
"Dybala giocherà dall'inizio. Questo problema è nato già lunedì dopo la partita, ha fatto un po' di differenziato ma poi non riusciva a sporgere come voleva. Era troppo rischioso portarlo a spingere. Anche le partite con la nazionale l'hanno condizionato".

Che risposte si attende dalla Juve domani?
"Abbiamo tutti in testa un unico obiettivo che è quello di arrivare più in alto possibile. Ci siamo stretti verso il nuovo obiettivo che non è quello idoneo alla Juventus ma purtroppo i pinti sono un po' distanzie l'obiettivo deve essere quello di chiudere alla grande il campionato".

Arthur e McKennie possono giocare dall'inizio?
"Stanno tutti bene, si sono allenati regolarmente e con buona intensità e possono essere utilizzati domani".

Le piacerebbe allenare un giocatore come Gosens?
"Più che come singoli l'Atalanta ha fatto un percorso di squadra che li ha aiutati ad arrivare a determinati traguardi e a lottare ogni anno per i primi quattro posti. Gosens è uno dei singoli e sta facendo molto bene. Ha raggiunto anche la nazionale tedesca, ha molto valore".

Che giocatore toglierebbe domani all'Atalanta?
"Ce ne sono tanti, dalla forza fisica di Zapata all'estro di Ilicic fino a Pessina che sta facendo molto bene. Ma è inutile parlare dei singoli".

Bonucci ha detto più volte di soffrire Zapata. Fa anche questo tipo di valutazione nello scegliere i giocatori?
"Si valuta a 360°. Bonucci poi è rientrato dal covid e sta facendo un lavoro particolare per tornare nella migliore condizione. Nelle valutazioni per gli undici che si mandano in campo si guarda tutto. All'andata però lui aveva fatto molto bene".

C'è stato un problema di gestione con Ronaldo?
"Sono state fatte delle valutazioni, lui è sempre stato in buone condizioni. Poi le gare in nazionale si sono accumulate e anche lui mi ha detto che non avrebbe dovuto giocare la terza partita, poi però col gol annullato e i punti persi ha dovuto farlo. È normale che possa arrivare così stanco. Sono state giocate troppe partite con rose troppo corte e così si arriva a questi infortuni. E l'abbiamo visto anche in Champions con Lewandowski che si è fatto male e non ha potuto giocare".

Cuadrado alto può essere una soluzione?
"Sì può essere una soluzione, abbiamo lavorato su quelli che sono i loro punti deboli. Può essere una soluzione davanti come può giocare basso. Però ho anche altri elementi a disposizione".

Pensanso alla gara d'andata c'è qualcosa in particolare che vorrebbe rivedere dai suoi?
"Avevamo fatto una buona gara, l’atteggiamento era stato buono, avevamo messo in difficoltà l’Atalanta con una buona pressione, loro ti portano a fare una gara di intensità e spero di rivedere questo".

Cosa pensa del ritorno del pubblico a maggio?
“Questa è una grande notizia, ma non solo per il calcio perché vuol dire che tutto si sta normalizzando. Se gli stadi saranno pieni è opportunità anche perché vuol dire che la gente sta meglio".

Sezione: L'avversario / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 12:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print