Il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha parlato dopo la vittoria contro il Brescia ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo fatto bene nel primo tempo, avendo un grande predominio. Però c'era un po' di stanchezza oggi, vedevo che i ragazzi sentivano la fatica. Per fortuna il 2-0 ha risolto i problemi".

L'arrabbiatura in panchina?
"Qualcuno era un po' sulle gambe e ha dovuto raschiare il barile. Non era facile, vedevi che qualcuno andava più piano del solito. Cercavo di motivarli e permettere che non abbassassero la guardia. Il Brescia ha avuto anche l'occasione per riaprire il match con la traversa di Balotelli, era importante non calare in attenzione".

Pasalic?
"Quando giochiamo con Ilicic, Gomez e Muriel o ci vengono a prendere alti oppure creano superiorità numerica. Poi Pasalic ha una capacità straordinaria di inserimento. Ha già fatto molti gol e si sta consacrando in questo ruolo. Mi sembra sia già a livelli alti, non solo dal punto di vista realizzativo. L'anno scorso aveva più difficoltà nell'impostazione, invece adesso è proprio bravo a fare il centrocampista. È un giocatore affidabile per me".

Le fatiche della Champions?
"Ci ha dato moltissimo perché abbiamo incontrato squadre che giocano un calcio totalmente diverso rispetto all'Italia. Attaccano con tanti giocatori e sono state squadre tutte offensive, che giocano su ritmi altissimi. In Italia solo con le squadre al top troviamo quel tipo di gioco. Dal punto di vista fisico qualcosa ci toglie, ma paghiamo di più l'infortunio di Zapata e qualche squalifica di troppo. Per fortuna però siamo sempre riusciti a recuperare".

Thiago Motta?
"Ho molta fiducia nelle sue idee di gioco. Ha alcuni concetti simili a quando giocava, mi è piaciuta la personalità che ha dato subito alla squadra. Va seguito con attenzione perché ha tutto per diventare un grande allenatore".

atalanta.it
Sezione: Altre news / Data: Sab 30 Novembre 2019 alle 17:20
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print