Il direttore Mario Sconcerti ha parlato dei temi di giornata a TMW Radio, durante Maracanà.

Ha più peso l'aspetto fisico o la tecnica ora?
"La tecnica ha un forte peso, perché il gioco è più lento. Ma anche le squadre che hanno forza e sono inquadrate tecnicamente, stanno facendo bene. Quelle più in difficoltà sono le ultime sei in classifica, che hanno preso solo 4 punti in queste prima partite. Le differenze tecniche pesano di più ora".

L'Atalanta sta cambiando il calcio italiano?
"Di sicuro sta cambiando le abitudini del calcio italiano. Ha una media di 2.86 a partita, solo negli anni 40 e 50 ci sono state certe medie. La bellezza  che ne subisce anche pochi, è una squadra equilibrata che meriterebbe anche di più".

La Champions le ha dato una spinta o limitato il rendimento in campionato?
"Tutte vogliono andare in Champions, non ha limitato nulla. L'Atalanta dovrebbe cercare di battere alla cassa dello Scudetto, questi sono momenti irripetibili e quando arrivano vanno sfruttati. Mi auguro che vinca la Champions, perché certi momenti poi passano".

Tommasi lascia la presidenza dell'Aic:
"Credo che vincerà Tardelli le elezioni. Mi sembra che Tommasi sconti il suo essere perbene nel dirigere un'associazione prettamente politica. I giocatori non riescono a far categoria, hanno interessi troppo diversi. Basti vedere i comportamenti durante il lockdown sulla questione del giocare o meno e sugli stipendi. Serve aumentare la rappresentanza dentro le squadre dell'Assocalciatori".

Nainggolan può tornare ed essere decisivo all'Inter?
"Ha Eriksen e Sensi, l'Inter è coperta in quel ruolo".

La situazione del Torino è preoccupante:
"Sei sconfitte consecutive prima del lockdown. E' riuscito a riprendersi in parte contro l'Udinese, in questo momento questo tipo di squadre stanno faticando molto. Devono correre e ottenere molto, ma manca la qualità. Quest'anno ci si salverà con 36 punti, perché si sta andando lentamente".


TMW RADIO
Sezione: Altre news / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 20:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print