Dopo le polemiche dei giorni scorsi Gasperini ha già iniziato a buttar giù i piani anti-Juve. Non sarà semplice far fronte all'assenza di Cristian Romero - squalificato dopo il cartellino giallo rimediato contro la Fiorentina -, ma il nuovo assetto tattico proposto nelle ultime uscite sembra essere stato assimilato dalla squadra con una discreta velocità. L'assenza prolungata di Hateboer ha portato il tecnico nerazzurro ad abbassare Gosens: una mossa che al momento paga e che può tornare utile nelle ultime gare della stagione. L'obiettivo contro la Juventus sarà proprio quello di fare punti e rimanere nella parte alta della classifica. Siamo entrati nel momento decisivo e ogni punto pesa come un macigno.

ROMERO ASSENTE - Il Gasp perde uno degli elementi fondamentali della difesa. Romero, sin dai suoi primi giorni a Zingonia, ha dimostrato il suo valore: l'argentino si è inserito subito nel 3-4-1-2 prendendosi il posto da titolare già dalle prime gare della stagione. Poche le prestazioni sottotono, il centrale classe '98 ha ben figurato anche in Europa. Brutto colpo per gli orobici in vista del big match contro i bianconeri, ma le alternative per fortuna non mancano.

DIFESA A 4, MA... - Nelle ultime gare Gasperini ha dirottato sulla destra Toloi, arretrando di conseguenza Robin Gosens: la squadra ha perso la spinta offensiva, ma i gol non sono mancati. Col 4-2-3-1 - il alcune fasi di gioco gli orobici si sono piazzati col centrocampo a tre - l'Atalanta sembra aver trovato un nuovo equilibrio: De Roon e Freuler dettano i tempi in mediana, Malinovskyi sa muoversi bene tra le linee. Vista l'assenza prolungata di Hateboer la squadra può passare a quattro, con Pasalic a supporto di Zapata e Muriel sulla sinistra. Una squadra equilibrata in fase di non possesso, ma in grado di far male lo stesso in contropiede.

Sezione: Copertina / Data: Ven 16 aprile 2021 alle 19:00 / Fonte: Tmw
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print