Buffon 6,5 - Il sinistro di Malinovskyi non deve essere innescato dal limite dell’area, altrimenti è difficile da fermare. Risponde spesso presente, soprattutto nel primo tempo e le sue urla a guidare la difesa si sentono dalla tribuna. Sente il match. E porta a casa l’ultimo trofeo juventino della carriera
Cuadrado 6,5 - Parte faticando, cresce col passare dei minuti. Senza entrare nel merito della pericolosità, è suo l’intervento su Gosens che lancia il contropiede dell’1-0
De Ligt 6,5 - Come Cuadrado, fatica terribilmente contro lo Zapata dei primi minuti. Poi gli prende le misure, lotta e sgomita, si fa sentire. Come sulla chiusura di inizio ripresa su Romero e in diverse altre buone letture
Chiellini 6 - Guida la retroguardia sugli assalti bergamaschi, non sempre con semplicità ma con lucidità. La sua esperienza aiuta a portare a casa il trofeo, chissà che non sia l’ultimo anche per lui
Danilo 5,5 - Dalla sua parte Hateboer spinge come ai tempi migliori ma tutto sommato regge. Il problema si pone sul pareggio della Dea, con quel passaggio per Rabiot che poteva essere evitato…
McKennie 6 - Sbaglia tanto, specialmente nel primo tempo. Come tutta la squadra cresce alla distanza, non sempre con la giusta precisione ma l’intensità che mette nelle giocate è importante
Bentancur 6,5 - Pensa a randellare e schermare, più che a dare qualità alla manovra. Ma contro questa Atalanta serve soprattutto quello e lui lo fa nel modo giusto
Rabiot 5,5 - Rischia il fallo da rigore che massa non concede e perde il pallone (non solo per colpa sua) da cui nasce il gol di Malinovskyi. Qualche buono strappo e pure delle chiusure con tempismo, ma i rischi superano i benefici
Chiesa 7 - Parte con qualche timore reverenziale, ma alla lunga viene fuori. Eccome se viene fuori. A inizio ripresa disegna per Kulusevski e colpisce un palo. Poi quel gol del 2-1 che regala la coppa alla Juventus (dal 74’ Dybala 6 - Non ha tempo per incidere, ma tiene qualche pallone importante)
Kulusevski 7,5 - E’ il più ispirato dei 22 in campo. Non solo per il gol, bellissimo, dell’1-0. Serpentine, slalom, occasioni, per se e per i compagni. Fa capire perché Pirlo lo ha schierato titolare e perché la Juve ha investito tanto sul suo cartellino (dall’83’ Bonucci sv)
Ronaldo 6,5 - Nel primo tempo spara a salve, anche se la rete di Kulusevski nasce da un pallone che proprio il portoghese porta in area. Nella ripresa è più vivo, più pimpante, più pericoloso. E la squadra ne risente positivamente

Andrea Pirlo 6,5 - E’ anche la sua vittoria. Nonché il secondo trofeo stagionale. Soffre nel primo tempo, corregge nella ripresa. E la scelta di puntare su Kulusevski dal 1' lo ripaga

Sezione: Il Pagellone / Data: Mer 19 maggio 2021 alle 23:02
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print