Sette giorni fa si vivevano ore frenetiche col passaggio da una guida tecnica, quella di Andrea Pirlo, ad un’altra che è sì nuova ma che in casa Juventus è più di un porto sicuro e corrisponde al nome di Massimiliano Allegri. Meno di una settimana la firma sul contratto quadriennale che lo lega ai colori bianconeri e poi subito il viaggio direzione Livorno per un evento nobile nel “suo” gabbione. In queste ore il ritorno a Torino con il primo riassaggio, ufficiale, della Continassa con il summit vis-à-vis con la dirigenza bianconera in programma nella giornata odierna per programmare il futuro, prossimo e non, della Vecchia Signora.

DALLO STAFF AL RITIRO - Tanti gli argomenti sul piatto, a partire dalla definizione totale dello staff che accompagnerà Max Allegri in questa nuova avventura. E tra questi componenti dovrebbe esserci anche un gradito ritorno: quello di Andrea Barzagli che con Allegri ha da sempre un grandissimo feeling. Il difensore toscano, già parte del gruppo di lavoro di Maurizio Sarri, è pronto a fare rientro alla base dopo aver lasciato “a gara in corso” il posto nel maggio del 2020 post lockdown. Sul tavolo anche l’organizzazione della prossima ripresa dei lavori, prevista per la metà di luglio, che, dopo un anno estremamente particolare, tornerà a essere regolare fornendo la possibilità di forgiare la propria squadra.

FINO ALLA STRUTTURA DELLA ROSA - Ecco, forgiare la squadra. Questo sarà un altro dei temi che verranno affrontati per delineare i movimenti da effettuare in chiave mercato. Prossimi al rinnovo di contratto Chiellini e Cuadrado e confermato Alvaro Morata, toccherà così ragionare sulla figura dalla quale tutto dipende: Cristiano Ronaldo. Con CR7 si va a destra, senza CR7 a sinistra: due strade opposte, la Juve deve decidere, confrontandosi con il diretto interessato, quale intraprendere. E poi di conseguenza la posizione di Dybala, con un rinnovo di contratto discretamente pesante da valutare. E a cascata Szczesny, quale profilo puntare con decisione per il reparto mediano, se rinforzare la fasce e valutare lo stato del reparto arretrato. Insomma, oggi si mette il primo mattone della nuova casa bianconera.

Sezione: Le Altre di A / Data: Gio 03 giugno 2021 alle 13:44
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print