[CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA]

A breve, direttamente dalla sala conferenze di San Siro, le parole di Gian Piero Gasperini dopo il pari fra Inter e Atalanta. Da seguire in diretta su TuttoAtalanta.com.

Ore 23.15 - Ancora Gasp non è intervenuto in conferenza stampa. A breve il nostro live.

Sulla partita: "È stata un'ottima gara, il gol a freddo ci ha messo nelle condizioni peggiori perché poi l'Inter poteva giocare negli spazi. Non era facile contenere Lautaro e Lukaku, poi però abbiamo preso le misure e abbiamo avuto anche superiorità numerica. Abbiamo fatto bene, recuperando le seconde palle. Sempre più a nostri favore il match col passare dei minuti. Però bisognava concretizzare le occasioni". 

Sulla pressione per la classifica: "Non siamo obbligati ad arrivare nelle prime quattro, i traguardi li poniamo di volta in volta. Il campionato è lunghissimo, ci sono anche squadre attardate come Napoli, Milan e altre. Noi vogliamo confermarci in Europa, ora però è presto per dire la Champions, quello sarebbe il massimo dei traguardi". 

Sui cali di tensione: "Ne abbiamo avuti pochi nel girone di andata, sempre le prestazioni sono ottime secondo me, anche quando non vinciamo come stasera. La Champions ci ha dato tanto, ma a volte abbiamo pagato un pochino. E soprattutto abbiamo avuto qualche infortunio di troppo, come Zapata e Ilicic. Non è normale perdere un bomber per tre mesi". 

Sul livello della Champions: "Devo dire che la Champions è di un livello altissimo. Come detto prima, squadre come l'Inter hanno possibilità di castigarti anche quando capita di pensare di poterli dominare. In Champions ancora di più, è davvero tosta, è come giocare sempre contro Juventus, Lazio, Inter, ecc. Noi già siamo contenti di aver reso europeo il nostro calcio, perché prima c'era qualche dubbio. Abbiamo fatto ottime gare, ci ripromettiamo ora di tenerci molto vicini alle prime della classe in questo campionato". 

Sull'Inter: "Squadra solida, Conte è stato bravo a rendere compatti i suoi, che sono sempre pericolosi. Ti può scappare via anche quando sembra di dominarla". 

Sulla Juventus: "Sembra sempre che non sia al top quando ci giochi contro, sembra sempre che abbia ancora qualcosa da esprimere. L'Inter sta girando ora a livelli altissimi. Ma ricordiamoci che i bianconeri hanno vinto otto campionati di fila, Conte ha preso l'Inter reduce dal quarto posto". 

Su Malinovskyi: "Ha sbagliato 3-4 passaggi all'inizio che l'avrei ammazzato (ride, ndr). Per me è giocatore forte, ma deve cercare di sbagliare un po' meno. Alterna giocate ottime a qualcosa di meno buono, ma sono certo che diventerà molto forte". 

Ore 23.30 - Fine della conferenza stampa

Sezione: Altre news / Data: Sab 11 Gennaio 2020 alle 23:28 / Fonte: dal nostro inviato a San Siro Andrea Ferrari
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print