Il Sassuolo stravince al Franchi e chiude virtualmente il discorso salvezza salendo a 37 punti e a +12 sul Lecce. La Fiorentina invece inizia a preoccuparsi sia per la seconda sconfitta conseutiva, sia per la totale assenza di gioco che ha permesso agli ospiti di vincere agilmente 3-1.

Sprint neroverde - Il Sassuolo non deve sforzarsi troppo per mettere in difficoltà la Fiorentina visto che i viola, spesso e volentieri, si mettono in crisi da soli. E' così anche nell'occasione del vantaggio neroverde, con l'azione che porta al fallo da rigore di Castrovilli su Djuricic, partita da calcio d'angolo a favore per la squadra di Iachini. Il numero 10 serbo guadagna la palla davanti alla propria area e si fa tutto il campo prima dell'atterramento da penalty che poi permette a Defrel di segnare spiazzando Dragowski.

Nessuna reazione - La Fiorentina è Ribery e poco altro, e il Sassuolo ne approfitta palleggiando e mettendo spesso in crisi il centrocampo avversario con la consueta calma. Il raddoppio arriva grazie a un altro contropiede che parte nuovamente da un angolo a favore dei viola. Boga si porta a spasso mezza difesa per lasciare poi la sfera centralmente a Djuricic che ispiratissimo, di prima intenzione, pesca ancora Defrel che a tu per tu con Dragowski è freddissimo per il 2-0 meritatissimo.

Fiorentina al palo - I viola rientrano in campo provando il forcing per accorciare le distanze, ma l'offensiva si ferma sul palo colpito da Pezzella sul bel cross su punizione di Ghezzal. I viola non hanno la forza di sfruttare la confusione in mezzo all'area di rigore avversaria e poco dopo una vera e propria frittata di Castrovilli spiana la strada della vittoria ai neroverdi. Il centrocampista viola si addormenta in area di rigore permettendo a Muldur di rubare palla e scaricare in rete da pochi passi. Sassuolo sugli scudi, Fiorentina a letto presto. Solo Cutrone si ritaglia un momento di gioia con il primo gol in Serie A con la maglia viola indosso con un golpo di testa su bell'invito dalla sinistra di Duncan.

Umore opposto in panchina - Il Sassuolo è tanto bello quanto brutta è la Fiorentina. In casa i viola non vincono da mesi e il trend sembra distante da essere invertito. Iachini ha messo un altro mattone sul sogno di riconferma, mentre De Zerbi festeggia così il fresco rinnovo di contratto dopo aver passato qualche giorno proprio a ragionare su una potenziale offerta gigliata. La Fiorentina si dovrà guardare le spalle fino alla fine della stagione, il Sassuolo può iniziare a guardare al futuro con serenità.

Sezione: Altre news / Data: Mer 01 luglio 2020 alle 23:44
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print